domenica, 17 Ottobre 2021

Dopo Volotea anche Ita esclusa da gara voli Sardegna, è caos   

Dopo lo stop a Volotea per ragioni formali, l’assessorato dei Trasporti della Regione Sardegna ha escluso anche Ita dalla gara per l’affidamento del servizio di continuità territoriale aerea, “per carenza di requisiti”. Ora, come annunciato dall’assessore Giorgio Todde, sarà avviata una procedura negoziata aperta nuovamente a tutti i 12 vettori già invitati alla gara con procedura d’urgenza per l’affidamento delle tratte aeree tra la Sardegna e la Penisola alla quale avevano partecipato appunto solo Ita e Volotea, che ha già presentato ricorso contro l’esclusione. I vettori dovranno presentare le proprie offerte. I tempi, già stretti della gara bandita con procedura d’urgenza dalla Regione Sardegna – che ha competenza in materia di continuità territoriale – ora si restringono ancora di più, visto che la procedura negoziata annunciata dall’assessore dopo l’esclusione di Volotea, prima, e Ita, oggi, dovrà essere chiusa entro lunedì 11. Da venerdì 15, infatti, proprio nel primo giorno di operatività del nuovo vettore italiano nato dalla dismissione di Alitalia, i sardi resteranno senza continuità territoriale (già oggi non è possibile prenotare i voli) se anche questa nuovo avviso regionale non darà gli esiti sperati. L’obiettivo è, infatti, quello della garanzia di voli a prezzi agevolati – 39 euro tasse escluse per viaggiare su Roma Fiumicino e 47 euro su Milano Linate – con frequenze prestabilite durante l’arco della giornata e nella settimana con slot negli scali di Alghero, Cagliari e Olbia. Non solo. In attesa che il Tar Sardegna si pronunci sulla richiesta cautelare di Volotea per l’esclusione dalla gara, non è detto che anche Ita non presenti un ricorso simile. Se i giudici amministrativi dovessero dare ragione a Volotea, la procedura negoziata si potrebbe fermare sul nascere. Insomma una matassa difficile da dipanare con la data del 15 ottobre proprio dietro l’angolo.

News Correlate