venerdì, 30 Ottobre 2020

In Gallura 16 paesi coinvolti per la valorizzazione del territorio

“La Città di Paesi della Gallura” è un percorso virtuoso nel territorio per valorizzarne tutte le potenzialità; un progetto che coinvolge 16 Comuni e 70mila abitanti e che porta nell’area 56 milioni di euro (32,5 di nuova finanza e 23,5 per perfezionare e valorizzare interventi regionali già programmati per esempio con Iscol@ e il mutuo infrastrutture). Ma non solo: per la Gallura ci sono anche 133 milioni per strade e infrastrutture, con importanti interventi destinati a La Maddalena, e 750mila euro di risorse aggiuntive per gli edifici di culto con particolare valore storico e culturale.

L’assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci ha firmato a Tempio Pausania, accolto dal sindaco Andrea Biancareddu, il protocollo d’intesa con le Unioni dei Comuni Alta Gallura e Gallura presiedute da Toni Stangoni e Luca Montella, il documento ha ricevuto il contributo e la partecipazione del partenariato economico-istituzionale e dei referenti politico Emiliano Deiana e tecnico Franca Murgia. “È un progetto che parte dal territorio, pianificato dal basso, attraverso un processo di grande partecipazione di sindaci, associazioni di categoria, sindacati e imprese. Esattamente quello che deve essere un progetto vincente di programmazione territoriale – ha spiegato l’assessore Paci – farà decollare ulteriormente un territorio che ha una grande vitalità come la Gallura. Due Unioni e tanti Comuni che hanno sviluppato insieme un progetto importante, che vede la valorizzazione piena del territorio, dei percorsi naturalistici, delle vie dell’acqua, dei progetti culturali, del trenino verde. Che trova nell’agricoltura e nell’allevamento i giusti alleati per potenziare l’offerta turistica. Ci sono tanti fondi europei a disposizione, vogliamo utilizzarli bene con il pieno contributo delle imprese e in tre anni completare tutto”.

News Correlate