sabato, 31 Ottobre 2020

A Punta Raisi passeggeri in calo del 50%, Gesap avvia piano contenimento costi

A seguito della drastica riduzione del traffico aereo, che ha già fatto segnare in questi primi dieci giorni di marzo una contrazione del 50% del numero di passeggeri rispetto allo stesso periodo del 2019, Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino, ha varato un piano straordinario che servirà a ridurre i costi di gestione, per tentare di mitigare in parte i danni economici causati dal crollo del traffico aereo di queste ultime settimane.

Si punta principalmente alla razionalizzazione dell’efficienza energetica e alla rimodulazione delle operazione nel terminal, a partire dalla concentrazione e dall’accorpamento dei banchi check-in e dei gate partenze e arrivi. La società ha previsto anche la pianificazione dell’apertura dei varchi dedicati ai controlli di sicurezza e una serie di azioni che riguardano il personale, come lo smaltimento delle ferie residue, che i dipendenti dovranno fruire proprio in questo periodo, e il blocco delle prestazioni straordinarie. in aggiunta, per venire incontro ai lavoratori, l’azienda ha varato un programma di lavoro a distanza (smart working). Il piano garantirà la riduzione dei costi operativi e il mantenimento dell’efficienza dei servizi.

“Dopo aver visto un periodo di forte crescita negli ultimi anni, l’aeroporto sta combattendo questa pesante crisi globale con l’unico scopo di garantire le attività e salvaguardare i posti di lavoro – afferma Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap – In questo clima surreale, è stato necessario varare un piano straordinario per il contenimento dei costi, augurandoci di superare rapidamente questo periodo e riprendere le attività con più forza”.

News Correlate