lunedì, 27 Settembre 2021

A luglio crescono voli e passeggeri all’aeroporto di Palermo

Reportage sul sistema aeroportuale siciliano – I puntata

Inizia oggi il monitoraggio di Travelnostop.com sull’andamento del traffico aereo nel sistema aeroportuale siciliano. Un giro virtuale tra gli scali dell’Isola per scoprire quello che sta succedendo tra consuntivi e previsioni di questa strana stagione fatta di restrizioni ma soprattutto tanta voglia di volare. Iniziamo con Palermo ma nei prossimi giorni dedicheremo spazio anche a Catania, Trapani, Comiso, Lampedusa e Pantelleria.

All’aeroporto internazionale ‘Falcone Borsellino’ di Palermo, a luglio i voli sono stati 5.126 (5.506 luglio 2019), mentre i passeggeri 665.463 (775.265 luglio 2019). Numeri che mostrano una netta ripresa dell’operatività con livelli di traffico di poco inferiori allo stesso periodo del 2019, l’anno in cui è stato toccato lo storico risultato di 7 milioni di passeggeri.
Dal confronto con il 2019, luglio 2021 risulta appena sotto del -6,9% di movimenti e -14% di passeggeri. Il load factor (il coefficiente di riempimento), in media ha segnato 130 passeggeri a volo, con punte di 140/146 nell’ultima settimana di luglio. Un trend confermato nell’ultimo fine settimana del mese (venerdì/domenica): dal 30 luglio al primo agosto sono transitati 81.301 passeggeri (punta massima 27.777 in un giorno), mentre i voli sono stati 585 (punta massima 206 in un giorno). Ad agosto, secondo le stime, sono previsti oltre 700 mila viaggiatori in transito. Riguardo il progressivo annuale gennaio/luglio, il totale voli è di 15.156 contro 29.270 dello stesso periodo 2019 (-48%), mentre i passeggeri sono 1.690.591 contro 3.958.459 del 2019 (-57%).

Le stime di traffico confermano comunque un trend di crescita costante anche per la stagione invernale, che porterà a un risultato di oltre 4 milioni di passeggeri a chiusura di anno. Altra nota positiva è la crescita del traffico internazionale, che a luglio tocca il 26% di passeggeri sul totale (giugno si era chiuso con il 15% ed a maggio si era registrato il 7%).

La programmazione estiva risulta essere interessante e intensa. All’esordio infatti ci sono rotte come Forlì (Lumiwings), Perugia, Cuneo, Rimini, Lviv, Alghero, Cagliari (Ryanair); il ritorno di Amsterdam con easyJet, che apre anche il collegamento con Milano Linate, e Siviglia (con Ryanair, che ha operative 40 destinazioni da e per Palermo). Per non parlare dei voli per gli hub di Londra, Parigi e Monaco con le ammiraglie British Airways, Air France e Lufthansa.
La Francia è la destinazione più gettonata: dodici collegamenti. Seguono la Germania con undici destinazioni e l’Inghilterra con sei.

“Dai programmi pianificati dalle compagnie aeree – spiega Natale Chieppa, direttore generale di Gesap – l’estate è caratterizzata da una decisa ripresa del traffico aereo. Il segnale più importante e tangibile – continua il direttore – è che da anni non assistevamo all’arrivo di quattro nuove compagnie aeree, di cui la più grande, Wizz Air, dal primo giugno è base. Nei mesi di picco, da luglio a settembre, ci saranno più voli rispetto agli stessi mesi del 2019”.

Nel frattempo, in hall arrivi ha aperto un nuovo negozio Relay di Lagardere Travel Retail. L’area di vendita è di cento metri quadrati. All’interno ci sarà l’edicola e si venderanno prodotti travel essentials, mascherine, igienizzanti, vini e dolci Palazzolo in modalità takeaway, libri, ecc… Che c’è un ritorno alla normalità si vede anche dalle riaperture della pasticceria Palazzolo e del negozio di abbigliamento a marchio Camomilla, al secondo livello del terminal passeggeri.

“La nuova apertura di un negozio Relay – dice Giovanni Scalia, amministratore delegato di Gesap – è il risultato che l’aeroporto, durante la pandemia, non si è mai fermato. Anzi, molti altri cantieri hanno seguito con successo il programma delle opere. Da giugno infatti sono visibili diverse nuove strutture, anche sul fronte della ristrutturazione del terminal passeggeri”.

News Correlate