L’aeroporto di Trapani si attrezza contro il ‘bird strike’

Testato un nuovo apparato sonoro che costringe i volatili ad allontanarsi

Contro il ‘bird strike', l'aeroporto di Trapani testa un nuovo apparato dissuasore sonoro contro gli uccelli. Si tratta dell'LRAD-X, una sorta di amplificatore montato sul tetto di una vettura che diffonde ad alto volume una serie di suoni che disturbano gli uccelli costringendoli ad allontanarsi. L'apparato è della Bird Control Italy, una società specializzata negli studi sulla avifauna degli aeroporti e sulle metodologie per controllarne, per quanto possibile, l'incidenza sulla sicurezza. La stessa Bird Control Italy per conto di Airgest sta elaborando anche una ricerca di tipo naturalistico-ambientale. Nei prossimi giorni verranno effettuati nuovi test ed in diverse condizioni di luce e climatiche per verificare fino in fondo l'efficacia dell'apparato, che se ritenuto valido entrerà in funzione incrementando le attività di controllo e dissuasione degli uccelli. A Birgi, infatti, è già operativa una Bird Control Unit e poco prima di ogni decollo o atterraggio vengono attivati sistemi di allontanamento attraverso amplificatori di richiami di allarme e di angoscia (distress call) che imitano il verso di un volatile catturato da un predatore.

News Correlate