sabato, 26 Settembre 2020

Scalo Comiso, da Lombardo firma condizionata

Il governatore: se nessuno mi contesta che sia scalo nazionale non intendo revocarla

"Sull'aeroporto di Comiso ho espresso una firma condizionata, il protocollo è sottoscritto. Ho posto delle condizioni ed ho detto che ritengo, com'é giusto, che questo aeroporto è d'interesse nazionale, perché integrato nel sistema della Sicilia orientale, così come quello di Trapani è integrato in quello della Sicilia occidentale". Lo scrive, sul proprio blog, il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo. "Aeroporto nazionale, quindi, con i servizi pagati dallo Stato centrale che non andrà in fallimento per questo mentre per l'aeroporto sarebbe stato di certo un grave danno. La firma è data – sottolinea il governatore siciliano – ma considero scontato che l'aeroporto non sia regionale e che meriti che lo Stato sostenga quei servizi e se nessuno mi contesta ciò io non intendo revocarla. Abbiamo resistito – conclude – perché questo declassamento dell'aeroporto venisse cancellato e, grazie alla nostra resistenza, siamo riusciti ad ottenere questo piccolo grande risultato. Io sono convinto che l'aeroporto di Comiso avrà un grandissimo sviluppo e sarà fondamentale per la Sicilia".

News Correlate