Alla Cappella Palatina il supplemento fuori orario fa scappare i turisti

Una storia che lascia l’amaro in bocca e soprattutto che lascerà privi della visione della Cappella Palatina, tra i monumenti simbolo di Palermo, i 180 partecipanti al “30° Convegno dei Responsabili delle Università italiane. A raccontarla a Travelnostop.com è la Conca d’Oro Viaggi, incaricata di organizzare l’evento in programma dal 9 all’11 ottobre.

In pratica, visti gli impegni dei convegnisti, l’agenzia di viaggi palermitana ha richiesto alla Fondazione Federico II un’apertura straordinaria del sito dalle 18.30 alle 20.30, pur sapendo che la chiusura è alle 17. Ma la risposta della Fondazione che gestisce il sito è stata spiazzante: apertura consentita sì, ma al prezzo di 41 euro a persona, rispetto al costo normale di 10 euro. Dunque, un supplemento di 31 euro a biglietto che equivale a un aumento complessivo di 5.580 euro.

“Considerato il numeroso gruppo – fanno sapere dalla Conca d’Oro Viaggi – ci aspettavamo che la Cappella Palatina potesse aprire fuori orario e sinanco, senza averlo chiesto, ci avrebbero accordato uno sconto. D’ora in poi nei nostri depliant diffusi in Italia e all’estero suggeriremo di trascurare la visita della Cappella Palatina per l’alto costo speculativo della Fondazione Federico II ma di godere liberamente delle bellezze dalla nostra città (quando è pulita) con libere soste qua e là per i tipici spuntini: pane e panelle, sfincionello, pane ca meusa”.

 

News Correlate