mercoledì, 20 Gennaio 2021

Agrigento, albergatori chiedono ruolo primario nella Consulta del Turismo

Gli albergatori di Agrigento rivendicano un ruolo primario all’interno della Consulta del Turismo. “Oggi – sottolinea il presidente di Federalberghi di Agrigento, Francesco Picarella – alla luce dei dati derivanti dall’incasso della imposta di soggiorno gli albergatori vogliono essere protagonisti nel contribuire ad un virtuoso processo di trasformazione dell’offerta turistica cittadina. Dei complessivi 380 mila euro incassati dal Comune di Agrigento, ben 293.000 euro sono stati versati da strutture turistiche ricettive alberghiere che corrispondono a circa il 75% dell’intero gettito, mentre il restante 25%, corrispondente a circa 85.000 euro, è stato versato da tutto il resto della ricettività agrigentina. Dati ancor più importanti se rapportati al fatto che sono 17 gli hotel del territorio mentre tutto il resto della platea contributiva accertata è composta da oltre 300 strutture. Una disuguaglianza che certifica in modo inequivocabile come la categoria degli albergatori continui ad essere fulcro principale delle politiche turistiche cittadine.

L’ulteriore significativo dato che fa riflettere, oltre ai numeri dall’imposta, è il dato che emerge online delle oltre 650 strutture che nel territorio offrono ospitalità ricettiva. Si tratta di una grandissima sacca di sommerso che sta causando ingente danno erariale alle casse comunale derivato dal mancato introito dell’imposta di soggiorno ma anche del gettito iva e dei redditi, oltre naturalmente al non rispetto delle normali regole del gioco della concorrenza. Alla luce di tutto ciò è necessario unire le forze e procedere ad una seria lotta al sommerso”.

News Correlate