martedì, 22 Settembre 2020

Federalberghi Agrigento e la nota dolente del palacongressi

“Ancora una volta in occasione di un grande evento come la Sagra del mandorlo in fiore, Agrigento ha mostrato i suoi limiti infrastrutturali, fondamentali per ambire ad un maggior successo e visibilità su palcoscenici nazionali ed internazionali”. E’ quanto sostiene Francesco Picarella, presidente di

Federalberghi Agrigento che, ancora una volta, pone l’accento sulla importanza che ricopre una struttura d’eccellenza come il pala congressi che, in questa occasione, “avrebbe aiutato  la macchina organizzativa e reso meno difficoltosa la permanenza degli spettatori nella nostra città a causa del maltempo”.

“Il Palacongressi con le sue considerevoli dimensioni – sottolinea Picarella – maggiormente in questa occasione, sarebbe risultato sicuramente più adeguato del bellissimo Teatro Pirandello, affascinante ma limitato in termini di posti. A seguito di ciò invitiamo, ancora una volta la burocrazia e la deputazione regionale ad attivarsi seriamente e non solo a parole, per consentire il recupero e la fruizione in tempi brevissimi di questa struttura, tanto importante per Agrigento”.

News Correlate