lunedì, 20 Maggio 2024

Nasce Assoturismo Palermo: Corinne Scaletta presidente

Riavviare e rafforzare il settore turistico a livello locale, mettere in primo piano le esigenze degli operatori, aprire un nuovo dialogo con l’amministrazione comunale. Nasce e pone subito le basi per raggiungere nuovi obiettivi il coordinamento di Assoturismo Palermo di Confesercenti, che nonostante le grandi difficoltà per l’intero comparto provocato dalla pandemia, ha le idee ben chiare.

“L’anno che ci aspetta non sarà semplice, ma l’istituzione del coordinamento ci permetterà di essere più forti e più presenti nel territorio”, dice la presidente della nuova macroarea, Corinna Scaletta, già componente della giunta nazionale e presidente regionale di Federagit. I vice presidenti del coordinamento sono Marco Mineo, presidente di Assohotel Palermo; Anna Maria Ulisse, presidente di Assoviaggi Sicilia e Alessandro Cilano, presidente di Fiba Confesercenti. Componenti del coordinamento, Pasquale Matranga, referente di Assocamping e Daniele Ruvolo, referente di Fiepet Confesercenti. Coordinatore, Salvo Basile, che ricopre già lo stesso incarico per Assoturismo Sicilia.

“Sono molto contenta per la fiducia dimostrata nei miei confronti – ha detto Corinna Scaletta durante la videoconferenza che ha sancito l’istituzione del coordinamento -. Il nostro principale interlocutore sarà il Comune di Palermo, a cui chiederemo una mano per tentare di ripartire dopo questo momento terribile per il turismo. Tra i punti che vogliamo affrontare ci sono la pressione fiscale sulle imprese del turismo, l’utilizzo in progetti concreti della tassa di soggiorno, la semplificazione burocratica per le aziende della filiera. E ancora – ha proseguito la neo presidente – la necessità di effettuare maggiori controlli contro l’abusivismo e contro tutti i comportamenti che violano la normativa anti Covid, mettendo a rischio il nostro settore”.

“L’obiettivo è di strutturare delle proposte che ci consentano di intervenire, insieme all’amministrazione comunale, su tutte le scelte da affrontare per garantire misure di aiuto, ma anche strumenti di programmazione in grado di ridisegnare i modelli di crescita e sviluppo sotto il profilo turistico della città di Palermo – aggiunge Salvo Basile -. Programmazione che dovrà essere in linea con i nuovi connotati che il mercato turistico assumerà dopo la pandemia. In occasione dell’ultimo Tavolo di crisi e per la ripresa, abbiamo già presentato al sindaco e al prefetto il nostro documento programmatico. Anche in questo caso abbiamo evidenziato le priorità per tutti i settori, compreso quello turistico su cui adesso, a livello locale, ci concentreremo ancora di più”.

“Forse adesso avremo la possibilità di resettare il settore per prendere in considerazione un nuovo modo di fare turismo – ha aggiunto il presidente nazionale di Assoturismo, Vittorio Messina -. La città di Palermo negli scorsi anni aveva ottenuto degli ottimi risultati che purtroppo il Covid ha vanificato, ma oggi dobbiamo parlare di ripresa e mettercela tutta”.

News Correlate