sabato, 28 Novembre 2020

Alla Villa del Tellaro visitatori ‘presi per la gola’

E’ aperta al pubblico relativamente da poco tempo, ma grazie alla sua ricca programmazione, la Villa del Tellaro di Noto continua a richiamare un certo numero di visitatori. Si moltiplicano infatti le proposte per gruppi organizzati e turisti individuali per completare la visita al sito archeologico trasformando la semplice vita in una esperienza che coinvolge, tutti i sensi, non ultimo il gusto. La prima domenica di dicembre, ad esempio, i visitatori sono stati letteralmente “presi per la gola” attratti dall’esperienza di archeogastronomia, anche in concomitanza con l’apertura gratuita dei siti ogni prima domenica del mese.

L’Associazione Escursioni Iblee aveva infatti programmato per il 2 novembre e il 7 dicembre una visita animata a cui è seguito un aperitivo con bevande e stuzzichini tratti da antichi ricettari romani.

Nel progetto dell’associazione rientrano anche i due educational riservati alle guide turistiche, il primo si è svolto il 24 novembre il secondo è previsto per il 15 dicembre alla Fattoria Didattica “Villa del Tellaro”. L’iniziativa ha riscosso grande successo: gli ottanta posti previsti nelle due giornate sono stati prenotati in pochissimo tempo da professionisti del settore provenienti da tutta la Sicilia. e poiché si moltiplicano le richieste ogni giorno, si sta pensando all’organizzazione di altre giornate.

Inoltre anche alle guide turistiche viene proposta una degustazione di piatti dell’antica Roma. Il progetto di ricerca di archeogastronomia per la sperimentazione dei ricettari dell’antica Roma è stato molto impegnativo: la ricerca durata più di due anni ha coinvolto anche la Casa di reclusione di Noto. Due detenuti si sono cimentati in questa ricerca regalando alla comunità locale un lavoro che consente di sperimentare i gusti degli antichi romani.

 

News Correlate