sabato, 31 Luglio 2021

Inaugurato l’Antiquarium di Butera

Armao: tre mln per valorizzare beni culturali di Gela, Butera e Niscemi

Sarà l'Antiquarium di Butera, inaugurato ieri, il perno del nuovo presidio culturale della provincia di Caltanissetta. "Grazie alla collaborazione di tutti i protagonisti di questo territorio – ha detto l'assessore regionale per i Beni culturali, Gaetano Armao – l'Antiquarium di Butera è finalmente realtà. Così come si avvia a diventare realtà l'azione di sistema per la valorizzazione dei beni culturali di Gela, Butera, Niscemi e, in generale, di tutta la provincia nissena. L'Antiquarium – aggiunge Armao – non racconta solo la storia della Rocca di Butera con il suo insediamento pluristratificato dall'età preistorica a quella federiciana, ma anche le vicende di un ben più vasto comprensorio che e' un esempio unico di cultura ellenica". Secondo l'assessore, "l'Antiquarium è parte di un progetto che punta a valorizzare i beni culturali del comprensorio di Gela, Butera e Niscemi, attraverso l'elaborazione di un master plan che proporrà il modello di sviluppo culturale di tutta l'area interessata. In pratica, un'azione di sistema che coinvolgerà le istituzioni, nonché archeologi, architetti, paesaggisti ed esperti di pianificazione territoriale sostenibile, i quali individueranno gli interventi da effettuare e i tempi di realizzazione. Un lavoro che, oltre agli interventi strutturali, comprenderà anche la promozione del territorio e la formazione di personale specializzato. Le risorse finanziarie per la realizzazione di questo progetto – conclude Armao – circa 3 milioni di euro, verranno recuperate in sede di rimodulazione del Fas".

News Correlate