giovedì, 24 Settembre 2020

Il Museo delle marionette conquista il premio di Museo dell’anno 2017

Il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino di Palermo è stato proclamato vincitore del Premio Icom – Italia, Museo dell’anno 2017. La cerimonia di premiazione si è svolta a Milano, a Palazzo Brera, nella sala della Biblioteca Nazionale Braidense.

Un premio che ricompensa questo museo nato da una collezione privata, che negli anni ha saputo resistere e conquistare il cuore e la mente dei visitatori, divenendo anche uno dei punti di riferimento per la vita culturale della città, come afferma la motivazione che è stata letta da Tiziana Maffei, presidente Icom Italia. “I lavori della giuria – ha detto – si sono conclusi, ho il piacere di comunicare che il Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino è stato scelto unanimemente come vincitore del Premio ICOM Italia – Museo dell’anno 2017, per le seguenti motivazioni: ‘Il Museo sa valorizzare allo stesso modo il patrimonio materiale e quello immateriale. In una città fortemente turistica e ricca di storia il museo sa attrarre numerosi tipi di pubblico con una collezione originale e programmi di qualità. Gli importanti riconoscimenti Unesco, le collaborazioni internazionali e la viva partecipazione della comunità palermitana hanno da anni segnalato questo museo come uno dei più amati e meravigliosi musei italiani. Un pubblico vasto e appassionato è legato agli spettacoli organizzati frequentemente dal museo e ai laboratori per i ragazzi. Accessibile a tutti i visitatori, impressiona per la indimenticabile bellezza delle esposizioni’.

Rosario Perricone, presidente e direttore del museo, ritirando il premio ha commentato: “Riceviamo con grande entusiasmo e onore questo prestigioso riconoscimento che premia il lavoro svolto con impegno, passione e perseveranza negli oltre quarant’anni di attività del Museo. Siamo una istituzione culturale, aperta alla città e alla contemporaneità dell’agire. Lo dimostrano anche le innumerevoli iniziative organizzate nell’ultimo quinquennio: 40 mostre in Italia e all’estero; 60 iniziative di studio tra seminari, conferenze, convegni; oltre 1000 spettacoli tra opera dei pupi e teatro di figura e di immagine; il prestigioso Festival di Morgana, giunto quest’anno alla 42esima edizione. E poi le presentazioni di prodotti editoriali (oltre 30), le iniziative formative e didattiche; l’attività di ricerca ed editoriale”.

“Questo importante riconoscimento al Museo Pasqualino – ha sottolineato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando –  arriva insieme a tanti altri importanti riconoscimenti dati alla città negli ultimi anni, dalla World Heritage List dell’UNESCO, a Palermo Capitale dei Giovani 2017, al premio IBM/Smarter city,a Manifesta 12 e, naturalmente, a Capitale Italiana della Cultura 2018. Grazie al Museo Pasqualino ed al suo staff per essere un punto di riferimento del patrimonio culturale della città, per promuovere attraverso le sue attività la nostra bellezza che è ricchezza culturale e per essere sempre più luogo nevralgico di studio, incontro e scambio del patrimonio immateriale dell’umanità”.

Per l’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano, “il premio ICOM è dato da una giuria di esperti che entrano nel merito del progetto scientifico di un museo oltre che della programmazione e dell’offerta culturale e della collezione. È un riconoscimento meritatissimo ed un fiore all’occhiello di Palermo Capitale Italiana della Cultura”.

News Correlate