venerdì, 30 Ottobre 2020

Premio paesaggio Ue, l’Italia candida la Valle dei Templi

Sarà la Valle dei Templi a rappresentare l’Italia nella corsa al Premio del paesaggio del Consiglio d’Europa. Il ministero dei Beni culturali ha infatti selezionato fra 97 candidature il progetto “Agri Gentium: landscape regeneration”, per la ricognizione nel territorio italiano di progetti volti alla tutela e alla valorizzazione sia del paesaggio sia del patrimonio materiale e immateriale.

Determinanti per la scelta della candidatura di Agrigento, come si legge su Corriere.it, gli obiettivi raggiunti per la riqualificazione dei luoghi attraverso la valorizzazione di tutte le componenti storico-culturali materiali e immateriali che caratterizzano la Valle. Dagli ameni percorsi lungo i viali della Kolymbethra, il giardino promosso dal Fai come suo “luogo del cuore”, alle escursioni sui treni storici delle Ferrovie, fino alle novità enogastronomiche di una Valle dove gli ulivi secolari producono un prelibato olio e i vigneti un nettare imbottigliato a Canicattì, il Diodoro.

I 97 progetti presentati secondo il regolamento di un apposito bando del ministero sono stati valutati da una Commissione presieduta da Fabio De Chirico e composta da personalità note per il loro impegno nel settore della cultura e del paesaggio, come Paolo Pejrone, Bartolomeo Pietromarchi, Marino Sinibaldi, Andrea Sisti, Carlo Tosco e Pietro Valentino.

 

News Correlate