Quasi 400 mila turisti al Palazzo Reale di Palermo nel 2016

Sono stati 394.353 (+34.234, il 9,51%, rispetto all’anno precedente) i turisti di Palazzo Reale e Cappella Palatina a Palermo nel 2016 (dati aggiornati al 30 novembre) con un trend in costante crescita dal 2012. Gli incassi hanno superato i 2,196 milioni di euro con un incremento di 175mila euro rispetto al 2015. E così la Fondazione Federico II chiude il proprio bilancio in attivo, con un avanzo di amministrazione di 280mila euro rispetto alle previsioni.

“Grazie a una gestione rigorosa, equilibrata e trasparente delle risorse operata negli ultimi 4 anni – spiega il presidente della Fondazione, Giovanni Ardizzone – siamo stati in grado di dare nuovo impulso all’azione di qualificazione della programmazione e degli interventi culturali. Siamo riusciti a risanare i conti, a migliorare la qualità dei servizi offerti e continueremo a investire sull’organizzazione di mostre ed eventi culturali di qualità e di forte impatto nazionale e internazionale”. A conferma di ciò c’è la classifica delle mostre più visitate quest’anno in Italia, redatta dall’agenzia di stampa Ansa. “Con l’antologica su Antonio Ligabue – afferma ancora Ardizzone – siamo al quinto posto assoluto, primi da Roma in giù. Duecentodiecimila persone, infatti, hanno visitato la mostra ‘Tormenti e incanti’ nelle Sale Duca di Montalto”.

Migliorati anche i servizi aggiuntivi: la brochure, distribuita gratuitamente ai turisti, è disponibile in 8 lingue, così come le video-guide (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, arabo, russo e giapponese). Un altro dato positivo arriva dal bookshop, che continua a consolidare il suo trend positivo, con 250mila euro di incassi (+10mila rispetto alla previsione), in aumento di quasi 100mila euro rispetto a tre anni fa, quando chiudeva con una perdita di circa 90mila euro. 

Nel 2017, il programma delle mostre a Palazzo Reale proseguirà, fino al 6 marzo, con ‘Mirabilia maris’, inaugurata all’inizio di novembre, per continuare, in collaborazione con il museo nazionale del Bardo di Tunisi, con una grossa esposizione di pittura sul ‘900 italiano che attraverserà le varie fasi e i filoni artistici che hanno caratterizzato il secolo scorso. Parallelamente, nella chiesa dei santi Elena e Costantino, durante il periodo pasquale, verrà esposta la mostra fotografica ‘Il cammino della passione: la settimana santa in Sicilia e Andalusia’.

 

News Correlate