venerdì, 30 Ottobre 2020

Restyling multimediale per il museo Cidma di Corleone

Si rinnoverà presto a Corleone, in senso multimediale, il Cidma, centro di documentazione sulle mafie e sul movimento antimafia, grazie a un progetto che si è classificato primo nella graduatoria del Gal Terre normanne. Il bando rientrava nel Programma di sviluppo rurale (Psr) della Regione siciliana 2014-2020, prevedeva la presentazione di progetti finalizzati alla promozione e alla valorizzazione del turismo sostenibile. Il Cidma ha puntato sull’innovazione tecnologica. Il finanziamento ammonta a 90 mila euro.

Il Centro è stato inaugurato il 12 dicembre 2000 alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. I nuovi allestimenti museali si affiancheranno a ciò che già esiste: dall’esposizione dei faldoni del “maxi processo” alla mostra permanente delle fotografie di Letizia Battaglia. Il progetto è stato redato dall’architetto Antonella Piazza con la collaborazione di Lino Mesi. “Essere primi in graduatoria ci riempie di soddisfazione – afferma l’assessore per il Turismo Walter Rà -. Il finanziamento ci consentirà di rinnovare il principale polo attrattivo turistico di Corleone in versione 2.0”.

News Correlate