giovedì, 26 Novembre 2020

Riaprono tre siti archeologici dopo chiusura per covid

Riaprono, dopo un periodo di chiusura obbligatoria dovuta all’attuazione delle profilassi anti-Covid, la Grotta di San Teodoro ad Acquedolci  l’Antiquarium di Himera a Termini Imerese e il Castello della Cuba a Palermo. “La riapertura dei siti dopo la chiusura che si è resa necessaria a seguito dell’accertamento di positività al Covid – dice l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – avviene nel rispetto di tutte le procedure richieste dai protocolli. Conforta verificare che dai tracciamenti non sono emersi casi di contagi, segno che l’attenzione del Governo Regionale al rispetto delle procedure anti-Covid all’interno delle proprie strutture culturali si sta attuando con scrupolo per garantire ai visitatori di poter godere delle opere e dei luoghi in serenità. La richiesta di prenotazione obbligatoria all’app Youline a cui, sin dal mese di maggio abbiamo subordinato la visita ai luoghi dell’arte, rimane una procedura che riesce a garantire il contingentamento e la visita in sicurezza”.

LA GROTTA DI SAN TEODORO: aperta tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 8.30 alle 15.30. Ingresso gratuito con prenotazione al numero 0941.730005.

L’ANTIQUARIUM DI HIMERA: da martedi a sabato 9- 18.30, domeniche e festivi 9- 14. Lunedì chiuso. Biglietto intero: 4 euro, ridotto 2. Prenotazione obbligatoria attraverso l’App https://youline.laculturariparte.htm

LA CUBA DI PALERMO: da martedì a giovedì dalle 9 alle 13.30, venerdì e sabato 9-18.30. Lunedì, domenica e festivi chiuso. Biglietto
intero: 2 euro, ridotto 1. Prenotazione obbligatoria attraverso l’App https://youline.laculturariparte.html

 

News Correlate