mercoledì, 27 Gennaio 2021

Volotea lancia sei nuove rotte da Palermo per la Summer 2018

Tra aprile e luglio saranno sei le nuove rotte targate Volotea a decollare dallo scalo di Punta Raisi. I nuovi collegamenti sono diretti a Lione (dal 6 aprile), Ancona (dal 26 maggio), Bilbao (dal 26 giugno), Spalato e Rodi (dal 27 giugno), e Zante (dal 26 luglio). Ma non è tutto: dal 30 marzo, Volotea riattiverà le tratte per Bordeaux, Nantes e Tolosa, facendo salire così a 25 collegamenti aerei operati da e per Punta Raisi, di cui 19 sono operati in esclusiva.

“In questi 5 anni abbiamo investito davvero tanto a livello locale, cosa che ci ha permesso di proporre un’offerta consistente e ben consolidata, accolta in modo straordinario stagione dopo stagione, con un load factor dell’86% e quasi 500 mila passeggeri trasportati lo scorso anno –  ha detto il presidente e fondatore di Volotea, CarloS Munoz in conferenza stampa a Palermo -. Quest’estate scendiamo in pista con ben 6 nuove rotte. A riprova del successo delle operazioni a livello locale abbiamo creato a Palermo circa 50 opportunità di lavoro. Ci auguriamo di poter crescere ancora di più a Palermo, con nuove rotte e importanti novità a livello sia domestico sia internazionale”.

Per il presidente e per l’amministratore delegato della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo, Fabio Giambrone e Giuseppe Mistretta “c’è un forte legame commerciale che unisce Volotea allo scalo aereo palermitano. La compagnia ha raggiunto la terza posizione assoluta nel 2017 fra i vettori operanti a Palermo, con quasi 500 mila passeggeri in viaggio. Un grande risultato”.

“Volotea – ha aggiunto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando – è diventata palermitana, condivide la vita della città e valuterà come contribuire quest’anno (anno in cui il capoluogo siciliano è Capitale italiana della Cultura, ndr), come fatto negli anni passati, insieme con l’amministrazione se sponsorizzare qualche iniziativa di Palermo Capitale della Cultura o di Manifesta, la famosa biennale d’arte, o se provvedere a recuperare un immobile o un bene culturale, realizzando così qualcosa che resta alla città e dia il senso che la presenza di Volotea è stabile”.

 

News Correlate