martedì, 20 Ottobre 2020

Wind Jet, rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta

“Mandare a processo tutti i 17 imputati per tutti i capi di imputazione contestati loro”. A ribadirlo  i Pm Alessandro Sorrentino e Alessandra Tasciotti  al Gup di Catania, Gaetana Bernabò Distefano, in merito alla richiesta di rinvio a giudizio per bancarotta fraudolenta in relazione al dissesto della compagnia aerea low cost Wind jet, ammessa alla procedura di concordato preventivo con un passivo di oltre 238 milioni di euro.

La stessa richiesta è stata avanzata dai legali delle parti civili: il Codacons, l’Inps e il commissario giudiziario della società. Tra gli imputati l’ex presidente della Wind Jet, Antonino Pulvirenti.
L’udienza è stata aggiornata al 3 febbraio per l’intervento dei difensori.

Al centro dell’inchiesta l’indagine della guardia di finanza del comando provinciale di Catania che, in stretta collaborazione con i consulenti tecnici nominati dalla Procura, ha consentito di ricostruire le vicende societarie che hanno condotto all’aggravamento dello stato di dissesto della Wind Jet che, sostiene l’accusa, sarebbero “state effetto di operazioni dolose compiute a partire dal 2005”. 

News Correlate