lunedì, 18 Gennaio 2021

Wind Jet/2: in futuro anche voli intercontinentali

Il 2011 si chiuderà con fatturato a 300 mln e oltre 3 mln di passeggeri

Nata nel 2003, oggi Wind Jet è il terzo vettore italiano dopo Cai  (Alitalia e Airone), e dopo  il gruppo Meridiana fly – Air Italy. Quest'anno, la compagnia siciliana sfonderà il tetto di 300 milioni di fatturato e di tre milioni di passeggeri trasportati con il 78% circa di load factor. "Sono dati ancora più significativi – sottolinea Massimo Polimeni, direttore comemrciale di Wind Jet – perché in controtendenza rispetto a quanto sta vivendo tutto il comparto del trasporto aereo. Su questa scia si inserisce l'ingresso in flotta del nuovo Airbus A319 mentre un altro sarà acquisito nel  2012. I prossimi passi saranno l'inizio delle operazioni verso l'Africa, nel 2013, il continente dove maggiormente si svilupperà l'economia  mondiale, trascinata dai  forti investimenti dei paesi più industrializzati. E Catania rappresenta l'hub ideale per l'Africa centro-settentrionale. I piani dell'azienda prevedevano l'avvio delle operazioni già dal prossimo anno con l'acquisizione di ulteriori aeromobili di medio raggio ma la situazione socio-politica attuale ha determinato il rinvio dello start-up di 12 mesi.
Altro piano che attende tempi migliori – conclude Polimeni – ma che è più che un sogno nel cassetto, è il lancio delle operazioni intercontinentali, anche qui con hub su Catania. Il piano è già stato presentato lo scorso anno al cda della Sac. Lo stesso piano, certificato negli aspetti operativi anche da Airbus, sarà attuato allorquando il mercato tornerà ad essere favorevole".

 

News Correlate