martedì, 1 Dicembre 2020

Btc rilancia la Sicilia come destinazione congressuale

BTC non delude, bensì rilancia. Confortanti, infatti, i numeri registrati dal Sicilia Convention Bureau al termine della Fiera del congressuale di Firenze: rispetto ai 25 appuntamenti messi a disposizione dall’agenda BTC, il Sicilia Convention Bureau ha chiuso la due giorni raddoppiando gli incontri – 52 in totale – con un target composto per il 70% da buyer stranieri.

Confermato l’interesse verso la Sicilia dai mercati di punta, quali la Germania e la Francia. Entusiasmo oltre le attese da parte dei mercati latini e asiatici: Brasile, Cina, Giappone e India nuovi target di domanda per il business congressuale siciliano.

Ma c’è di più: Expo 2015 non appare una minaccia per il Sud. A confermarlo la presentazione del Convention Bureau Italia a BTC. Le città periferiche italiane sono le nuove destinazioni del congressuale: Roma e Milano rimangono al passo, ma l’overbooking atteso al Nord Italia per i prossimi mesi rilancia le altre destinazioni e diversifica l’offerta nazionale per il MICE. La Sicilia è pronta a cogliere l’opportunità.

Inoltre il Sicilia Convention Bureau porta a casa anche il sold out per l’esordio fiorentino del Sicily Happy Hour che ha accolto una cinquantina di partecipanti, di cui l’80% composto da buyer e il restante 20% da operatori siciliani. Conquistando i presenti grazie al calore e i profumi mediterranei, oltre al concorso riservato ai buyer per la vittoria di quattro weekend omaggio in Sicilia, la sesta tappa del roadshow del Sicilia Convention Bureau ha soddisfatto ancora una volta le aspettative. 

News Correlate