venerdì, 5 Marzo 2021

Congressuale in crisi, in Sicilia annullati eventi per oltre 1,5 mln di euro

Raccogliamo lo sfogo di Ivana Termine, titolare di una società che si occupa di organizzazione congressuale dal 1987 (Finivest Congressi srl), e che lamenta la pesante situazione di crisi che sta attraversando il comparto e che potrebbe perdurare fino alla fine dell’anno in mancanza di interventi specifici.

“La prima parte dell’anno è compromessa, e se non si fa qualcosa per la Meeting Industry si rischia di non lavorare neanche nella seconda metà dell’anno – spiega Ivana Termine -. Le associazioni del settore eventi e congressi hanno fatto gruppo e sono scese in campo perché non si può più’ aspettare, con il marchio Italialive si sono mosse per far sentire la loro voce. Anche in Sicilia, dove non esistono grandi eventi e le società del settore siamo per lo più provider, cioè organizziamo eventi formativi per il settore sanità, abbiamo annullato eventi per un valore economico di circa 1.573.672,55 euro. Noi smuoviamo un indotto che riguarda bus e trasporti, catering, allestimenti, servizi tecnici, hostess – aggiunge – tutti assolutamente chiusi perchè siamo stati i primi a non lavorare ancor prima del lockdown e saremo gli ultimi a ripartire. Il mio vuole essere un appello affinchè si dia voce al settore. Tutti i nostri dipendenti e quelli dell’indotto sono in cassa integrazione, ma per quanto tempo? E poi per riaprire abbiamo bisogno di riprogrammare gli eventi e in questo tempo come pagheremo i nostri dipendenti?

 

News Correlate