domenica, 20 Settembre 2020

Sicilia Convention Bureau, trasformazione societaria sempre più vicina

Prosegue la trasformazione della compagine societaria del Sicilia Convention Bureau , avvicinandosi sempre più all’obiettivo della partecipazione di un network di operatori privati del settore turistico-congressuale locale che possano contribuire al potenziamento della promozione della Sicilia.

UniCredit, in conformità al progetto originario, dopo avere costituito Sicilia Convention Bureau e investito a beneficio del territorio per assicurarne il posizionamento nel settore turistico congressuale, consegnerà la società ad operatori del settore nell’auspicio di un ulteriore potenziamento dell’attività di promozione del territorio regionale. Tra i potenziali soci anche il nome dello stesso presidente Vincenzo Tumminello. Attualmente sono 21 i potenziali soci tra hotel (60%), adv (30%), fornitori (10%), che hanno già manifestato interesse a rilevare le quote di capitale del Sicilia Convention Bureau.

Auspicabile, in veste di partner strategici, il supporto da parte degli aeroporti siciliani e delle principali compagnie aeree operative in Sicilia che vorrebbero intensificare le attività di promozione sul territorio rivolte all’incoming attraverso, ad esempio, degli eductour.

Il Convention Bureau, oltre ai soci, continuerà a rappresentare un network di operatori aggregati sotto forma di affiliazione, la cui partecipazione nel network del nuovo SCB sarà disciplinata negli obblighi e nei vantaggi con specifiche diverse rispetto ai soci firmatari.

Intanto, il Convention Bureau, che non ha rallentato la sua attività ordinaria e lavora ad un potenziamento dei rapporti con la Regione Sicilia, a livello locale, e col Convention Bureau Italia, di cui è socio fondatore, a livello nazionale.

La trasformazione societaria dovrebbe concludersi entro il 15 dicembre. Aperte le manifestazioni di interesse per l’ingresso nel capitale del Sicilia Convention Bureau. 

News Correlate