sabato, 31 Ottobre 2020

Incendio su traghetto al largo di Palermo, aperta inchiesta      

Adesso saranno i tecnici a stabilire la causa che ha provocato il principio di incendio sprigionatosi nella sala macchine della motonave Snav Toscana in viaggio da Napoli a Palermo. Ma per i 113 passeggeri e i 75 componenti dell’equipaggio ora importa soltanto essere tutti scampati al pericolo. Uomini, donne e bambini, spaventati ma incolumi, hanno lasciato la nave nella tarda mattinata al termine delle operazioni di messa in sicurezza. La Procura di Palermo aspetta la relazione sull’incendio per valutare se aprire un’inchiesta. L’eventuale ipotesi di reato è incendio colposo.     Le fiamme sono divampate in prossimità del porto del capoluogo siciliano.

“All’alba di domenica abbiamo avuto notizia che a circa 7 miglia dalla costa dalla sala macchine della Snav Toscana, nave del gruppo Grandi Navi Veloci, si era sviluppato un incendio messo molto presto sotto controllo dallo stesso personale di bordo. Non ci sono stati pericoli mai, né per i passeggeri né per l’equipaggio”, dice il presidente dell’Autorità portuale di Palermo Vincenzo Cannatella.

“Le squadre di bordo sono tempestivamente intervenute come da procedura, – afferma in una nota la Snav – e hanno operato in costante coordinamento con le strutture di terra preposte. I passeggeri sono stati radunati nei punti di raccolta previsti, dove sono stati costantemente informati circa l’evolversi della situazione”. Prima di farli sbarcare i vigili del fuoco hanno dovuto terminare le operazioni di raffreddamento della sala macchine. I pompieri sono rimasti a bordo per tenere sotto controllo i macchinari ed evitare che il fuoco si riaccendesse.

“Tutti i passeggeri del traghetto Snav Toscana dovranno ottenere un risarcimento per la paura e lo stress subiti e per i potenziali rischi corsi”, chiede ora il Codacons.

News Correlate