domenica, 1 Agosto 2021

Li Calzi sostiene la lotta di Federalberghi contro la parity rate

C’era anche Cleo Li Calzi, assessore regionale al Turismo ai lavori del direttivo Federalberghi Palermo, diretto da Nicola Farruggio, centrato sulle problematiche legate alla parity rate a cui hanno partecipato pure i vertici nazionali di Federalberghi, Alessandro Nucara e Alessandro Cianella.

Un tema che ha attirato particolarmente l’attenzione dell’assessore, visto il post pubblicato sul suo profilo Facebook. “È necessario – scrive Li Calzi su Fb – portare all’attenzione dei tavoli nazionali la definitiva abolizione delle clausole contrattuali imposte dalle on line travel agency che non consentono ancora oggi di pubblicare, in chiaro sul proprio sito, alcune soluzioni economiche che sarebbero molto più vantaggiose per la clientela, abolendo la famosa parity rate.

La richiesta del presidente provinciale di Federalberghi, Nicola Farruggio, riguarda anche quei portali di prenotazione on line che promuovono sistemazioni alternative non sempre regolari, e che di fatto diventano complici di attività illegali. Sosteniamo quindi la campagna nazionale di Federalberghi ‪#‎FattiFurbo che invita i turisti a contattare le singole strutture direttamente prima di effettuare la prenotazione al fine di poter conoscere eventuali up-grade ed offerte migliorative che saranno messe a disposizioni da parte degli alberghi.

Chiederemo – conclude Li Calzi nel suo post – al governo nazionale di intervenire vietando per legge queste clausole vessatorie come già avvenuto in Francia; sarebbe un vantaggio per tutti, consumatori in testa, imprese (costrette oggi a pagare commissioni sino al 30%) ma anche per lo Stato che intercetterebbe tasse viceversa dirette all’estero”.

News Correlate