lunedì, 27 Settembre 2021

Controlli anti-covid in tutti gli aeroporti e cure per i turisti

“Non bisogna guardare ad altro che al diritto alla vita delle persone. Fino a maggio eravamo gli unici a operare i controlli negli scali aeroportuali, quest’anno la Sicilia è tornata a essere la prima meta turistica e noi abbiamo il diritto e il dovere di garantire chi viene in vacanza sull’isola e gli operatori: ecco perché abbiamo allargato i controlli anche agli aeroporti minori, come a Trapani, oltre Palermo e Catania”. Così il governatore della Sicilia, Nello Musumeci al Tg4 a proposito dei tamponi obbligatori per i passeggeri che sbarcano in Sicilia dagli aerei provenienti da Spagna, Portogallo, Malta, Francia, Grecia e Paesi Bassi.

“In questo momento abbiamo in cura tantissimi turisti che sono ricoverati anche nei Covid Hotel messi a disposizione dalla Regione”, ha aggiunto l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza parlando con i giornalisti a Catania. “Voglio dirlo con un pizzico di orgoglio – ha aggiunto – perché non in tutte le parti del mondo viene data accoglienza ai turisti come accade in Sicilia dove tutti coloro che come ieri accaduto ad alcuni francesi che a Catania sono risultati positivi, anche se asintomatici. Sono isolati a carico della Regione in un Covid Hotel – ha concluso – perché il messaggio di accoglienza in piena estate a chi ci raggiunge per ragioni di turismo deve fare il paio con una attività assistenziale che sia adeguata”.

 

News Correlate