martedì, 27 Luglio 2021

Pollina alla ribalta tra le destinazioni turistiche siciliane

La presenza del villaggio turistico, oggi resort, negli anni ha portato alla ribalta Pollina ma il paese madonita a pochi km da Cefalù ora si candida a diventare un importante polo turistico per la Sicilia. Grazie agli investimenti del gruppo Aeroviaggi che con il nuovo marchio MANGIA’S Sea View Resorts & Clubs ha deciso di puntare su un target più individuale, internazionale e alto spendente alla ricerca principalmente della qualità del soggiorno. Ma non solo. La nuova amministrazione comunale guidata da Pietro Musotto è riuscita a sbloccare 10 milioni di fondi che serviranno per realizzare opere viarie, riqualificare siti culturali e creare un parco avventura. Intanto per quest’estate è già pronto un fitto cartellone con eventi programmati ininterrottamente dal 20 luglio al 25 agosto. E intanto anche gli imprenditori privati si organizzano.

Prospettive e progetti sono stati anticipati nel corso della nuova puntata del talk “Vieni a prendere un caffè da noi”, organizzato da travelnostop.com e a cui hanno partecipato il sindaco di Pollina Pietro Musotto, il presidente di Aeroviaggi Marcello Mangia, il medico Cristiano Raimondo e il giornalista Vincenzo Lombardo.

“Il modo di fare vacanza – ha sottolineato Mangia – sta cambiando, complice anche la pandemia. Oggi si cerca più qualità e relax, c’è una maggiore sensibilità sul tema della sostenibilità e del legame con il territorio. E poi i TO non fanno più il vuoto pieno e così abbiamo deciso di diversificare tra i vari strati di mercato. Nasce così il brand MANGIA’S Sea View Resorts & Clubs, un nome che non è stato scelto per egocentrismo ma che è supportato da studi di marketing, in onore a mio padre Antonio Mangia la cui azienda da lui fondata è presente sul mercato turistico da 47 anni, ma anche nella tradizione delle grandi catene alberghiere mondiali che hanno il cognome nel brand come Hilton e Marriot”.

Quanto al bilancio del 2020, i cui risultati verranno resi noti dal gruppo a breve, la pandemia ha toccato pesantemente Aeroviaggi ma ci sarà comunque qualche bella novità. “Questa stagione – ha aggiunto Marcello Mangia – per noi è quella del rilancio, in questo momento registriamo numeri incredibilmente superiori rispetto a quelli del 2019, nonostante abbiamo perso due mesi. Fatto sta che rispetto al 2020 abbiamo triplicato fatturato e presenze. Per il futuro sicuramente puntiamo ad allargare l’offerta in altre regioni, come la Puglia, anche se non ci sono tantissime strutture disponibili, Toscana e Marche, regione che è alle prime ore dello sviluppo turistico ma che ha tante potenzialità. La Sicilia resta comunque al centro dell’attività come la Sardegna. Maiorca ha 6 volte il numero di posti letto della Sicilia, e dunque crediamo che in Sicilia ci sia un’immensa possibilità di espansione turistica. Personalmente credo molto nella destagionalizzazione, e anche i governi nazionale e regionale hanno messo in campo iniziative eccezionali, dalla rivalutazione degli asset immobiliari alberghieri con l’abbattimento dell’Imu, all’iniziativa See Sicily di cui vedremo frutti interessanti nel periodo invernale”.

Sulla scia del Pollina Resort anche gli investimenti in campo ricettivo del medico Cristiano Raimondo. “Come manovra di affezione al paese di Pollina – ha spiegato – abbiamo deciso di riconvertire in appartamenti turistici un immobile accanto la chiesa di San Giuliano. L’idea sarebbe quella di dedicare anche un piano a misura di disabile, spero di partire già quest’anno, cercando di rendere la vacanza interessante a pubblico diverso anche grazie alle iniziative avviate dell’amministrazione”.

“Già a gennaio – ha detto il sindaco Musotto – abbiamo lavorato alla programmazione della stagione turistica, per cercare di tornare alla normalità, valorizzando il nostro patrimonio naturale, rilanciando le spiagge dotandole di servizi come docce di ultima generazione e affidando il servizio di pulizia. Abbiamo  anche riaperto spiaggetta sotto Finale grazie alla collaborazione con le associazioni Marevivo e Palma Nana. Inoltre abbiamo preparato un interessante cartellone estivo per la ripartenza oltre la pandemia. Tra cui il concerto di Levante al tramonto il 29 luglio al teatro Pietro Rosa mentre Massimo Ranieri sarà al teatro di Finale il 23 agosto. Ma ci saranno anche spettacoli all’alba con il Jazz Fest di Castelbuono. Inoltre, in ottica di destagionalizzazione, stiamo puntando sullo smart working: nei prossimi giorni arriveranno 15 persone da tutto il mondo per acquistare case abbandonate del nostro paese da trasformare in postazioni di lavoro. Infine – ha anticipato – l’ultima settimana di agosto Pollina sarà set di un film importante a livello internazionale con comparse locali e che andrà negli schermi di tutto il mondo”.

In conclusione Cristiano Raimondo per un attimo è tornato a vestire i panni di medico: “la campagna di vaccinazione dovrebbe portare come risultato la riduzione della diffusione del covid ma soprattutto a una netta riduzione delle ospedalizzazioni che ci dovrebbe garantire di mantenere la mobilità e dunque la nostra libertà ma tutto questo è affidato seriamente alla coscienza dei singoli. Perché avere avuto l’autorizzazione a muoversi non significa smettere di mantenere distanziamento o di usare la mascherina anche all’aperto in caso di assembramenti. Solo rispettando le regole base potremo continuare a mantenere la nostra libertà pur convivendo con il virus”.

News Correlate