venerdì, 28 Gennaio 2022

Ponte Stretto: al via iter per studio fattibilità

Entra nel vivo la procedura per lo studio di fattibilità del Ponte sullo Stretto di Messina. Il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha infatti reso al Consiglio dei Ministri un’informativa sulle azioni necessarie per avviare la realizzazione dello studio che dovrà valutare le diverse ipotesi identificate.

Lo studio di fattibilità tecnico-economica dovrà prendere in esame la soluzione progettuale del “ponte aereo a più campate”, valutandone l’intrinseca sostenibilità sotto tutti i profili indicati e mettendola a confronto con quella del ponte “a campata unica” e con la cosiddetta “opzione zero”. E dovrà fornire anche gli elementi, di natura tecnica e conoscitiva, per valutare la realizzabilità del sistema di attraversamento stabile dello Stretto, anche sotto il profilo economico-finanziario.

Ad occuparsi della gara pubblica per assegnare il documento di fattibilità sarà Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), in quanto capace di garantire la più appropriata continuità e interconnessione dell’intervento con quelli ferroviari progettati nei territori calabresi e siciliani.

Lo studio di fattibilità non sarà però l’ultimo step: come più volte spiegato da Giovannini, infatti, dopo lo studio verrà avviato un dibattito pubblico per valutare le decisioni da assumere.

Nei mesi scorsi il Governo ha comunque provveduto a potenziare l’attraversamento dinamico dello Stretto, anche grazie ai fondi del Pnrr e del Piano complementare, destinando 510 milioni.

News Correlate