venerdì, 2 Giugno 2023

Porto Palermo, sbloccati i fondi per completamento bacino

Pronti cinquanta milioni per il completamento del bacino di carenaggio di 150 mila tonnellate al Cantiere navale di Palermo. A sbloccate le somme destinate per il rilancio della cantieristica navale palermitana ci ha pensato il decreto legge approvato il 15 giugno dal Consiglio dei ministri.
“La norma prevede la rimodulazione di circa 50 milioni di euro su un investimento complessivo di 120 milioni di euro, oggetto di commissariamento in capo al presidente dell’Autorità portuale Pasqualino Monti, ad oggi pronto per andare a gara ma bloccato a causa di un dettaglio amministrativo – dice il parlamentare nazionale del Movimento 5 Stelle, Adriano Varrica – Questo investimento consentirà nei prossimi anni di rendere concreto il progetto di trasformazione di Palermo in polo cantieristico del Mediterraneo, generando migliaia di posti di lavoro”.

“È una bellissima notizia essere arrivati, dopo ormai oltre un anno, alla definizione del decreto”, comenta soddisfatto Pasqualino Monti. “Aspettiamo ora la rimodulazione del decreto da parte del Ministero e siamo pronti – avendo già espletato la manifestazione di interesse – a inviare le lettere d’invito per sbloccare anche questo ennesimo cantiere. Il lavoro di squadra paga sempre”.

News Correlate