giovedì, 19 Maggio 2022

Stancheris: più collegamenti aerei per attrarre i turisti

Una Sicilia sicura, che deve proporre il proprio brand autonomamente come fanno le Baleari, e con nuovi collegamenti certi, e non solo low cost, per l'Europa. Ha le idee chiare Michela Stancheris, assessore regionale al Turismo che ha presentato al Wtm di Londra il nuovo volto che vuole dare alla Sicilia. A cominciare dalla sicurezza, visto che nella capitale inglese qualcuno ancora temeva per la mancanza di ‘safety' nell'Isola.
"Le parole chiave – ha detto in un'intervista a La Sicilia – sono: è sicura, è giovane ed è nuova. A cominciare dal nuovo aeroporto di Comiso, una nuova perla che si aggiunge alle altre gemme che presenta la Sicilia e che offre una nuova opportunità per il Sud Est. A Londra ho incontrato i rappresentanti di molte compagnie aeree a cui ho spiegato i vantaggi del nuovo scalo siciliano.
Abbiamo monitorato i flussi nei nostri aeroporti – ha sottolineato – e abbiamo visto che Catania ha un +7,3 di presenze straniere. Gli inglesi, soprattutto i tour operator, hanno chiesto l'aumento dei collegamenti aerei diretti con la garanzia della continuità e operati non soltanto dalle compagnie low cost. E ho parlato anche con Alitalia, cioè con chi gestisce le rotte del Nord Europa, e ho presentato un piano con quella che secondo me è la direzione dello sviluppo soprattutto nel Sud-Est per fare in modo di fargli capire che c'è un interesse da parte della Regione di promozionare quei territori. Alitalia ha risposto che Air One potrebbe darci una mano da questo punto di vista. Ma voglio incontrare anche altre compagine aeree, come ad esempio Emirates, per aprire un canale di conoscenza e di reciproci interessi. Intanto – ha proseguito Stancheris – a Natale ci sarà un nuovo collegamento Gatwick-Catania che porterà molti turisti inglesi. Ma in vista delle feste di fine anno, dovremo preparare itinerari ed eventi legati alle tradizioni natalizie ed entro il 22 novembre si potranno chiedere alla Regione dei contributi specifici".
Infine una battuta sulla partecipazione alle borse del turismo. Oltre al Wtm che costa veramente poco ed è una vetrina mondiale, quest'anno parteciperemo soltanto alla Btc e alla Bto di Firenze e poi, con un budget minimo, anche alla mostra Cicli e Motocicli a Milano, un piccolo stand per far vedere i percorsi ciclabili sull'Etna e nei Parchi siciliani. Il Trentino ha lavorato per anni in questo settore, ma vogliamo far vedere che ci siamo anche noi".

 

News Correlate