mercoledì, 28 Febbraio 2024

A Favignana due giorni di lavori dedicati a Sebastiano Tusa

Proseguendo nel suo percorso di promozione di iniziative per favorire l’incontro di studiosi e specialisti di diversi ambiti disciplinari, la Fondazione Ignazio Buttitta organizza il convegno “Isole mediterranee. Storie, culture, patrimoni dedicato a Sebastiano Tusa” per giovedì 18 e venerdì 19 maggio a Favignana. L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività dedicate alla memoria di Sebastiano Tusa e in particolare alla valorizzazione e diffusione dei molteplici aspetti della sua ricerca e delle sue attività sia in ambito archeologico che in materia di promozione dei beni culturali in Sicilia.

I lavori si svolgeranno nell’ex Stabilimento Florio, che ospita tra l’altro l’area museale Antiquarium, intitolata all’illustre studioso e sede di esposizione dei celebri rostri recuperati dall’archeologo in occasione delle sue ricerche e delle sue scoperte, dallo straordinario valore storico e culturale, sulla Battaglia delle Egadi.

Il Convegno sarà diretto particolarmente ad approfondire aspetti storici, antropologici e archeologici delle isole mediterranee con particolare attenzione ai patrimoni culturali delle isole minori. Concrete realtà geografiche e spazi dell’immaginario, le isole del Mediterraneo costituiscono, con i loro molteplici e variegati ambienti, da un lato il teatro di peculiari storie ed esperienze culturali, dall’altro uno straordinario dispositivo mitopoietico. Il convegno sarà trasmesso in streaming sulla pagina FB della Fondazione Buttitta.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno del BCIF con la collaborazione del Centro Studi Vincenzo e Sebastiano Tusa, con il Patrocinio della Presidenza della Regione Siciliana, della Soprintendenza del Mare, del Comune di Favignana, dell’Università degli Studi di Palermo e del Dipartimento Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo e il sostegno del Ministero della Cultura-Direzione generale Educazione, Ricerca e Istituti culturali, del Ministero dell’Università e della Ricerca-Direzione generale della Ricerca e dell’Assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana.

 

Programma:

18 MAGGIO

ore 9.00

Saluti inaugurali

ore 9.30

Presiede Matteo Di Figlia

Valentina Favarò, Università degli Studi di Palermo, Baluardi della cristianità? Isole fortezze nel Mediterraneo Moderno

Ferdinando Maurici, Soprintendenza del Mare, Le Egadi dal medioevo al XVI secolo

Sergio Bonanzinga, Università degli Studi di Palermo, Giuseppe Giordano, Università di Roma Tor Vergata, L’isola di Skyros: un teatro di suoni

Pausa caffè

Sergio Todesco, Etnoantropologo, Sguardi di fine millennio sull’Arcipelago. L’Atlante dei Beni Etno-antropologici Eoliani (1995)

Andrea Govinda Tusa, Etnoantropologo, Agricoltura “eroica” tra passato e presente. Il caso di Pantelleria

Macrina Marilena Maffei, Etnoantropologa, Tenaci persistenze di raffigurazioni, ritualità e narrazioni nelle isole Eolie

ore 15.30

Presiede Gabriella D’Agostino

Arturo Gallia, Università degli Studi Roma Tre, Insediamento e circolazione di uomini e saperi nelle isole minori italiane. Una lettura storico-cartografica

Giampaolo Salice, Università degli Studi di Cagliari, Farsi arcipelago. Diritti, giurisdizioni, sovranità delle isole di La Maddalena (XVIII secolo)

Vivian L. Navarro Martinez, Università di Urbino Carlo Bo/ Heidelberger Akademie der Wissenschaften, Isole ‘drammatiche’: l’isola tra realtà e finzione nel teatro greco antico

Pausa caffè

Silvia Romani, Università degli Studi di Milano “La Statale”, “Il catino che uccide a tradimento”. Storie di omicidi nella vasca da bagno, da Rodi a Sant’Angelo Muxaro

Roberto Sammartano, Università degli Studi di Palermo, Le isole di Eolo. Rappresentazioni storiografiche e rapporti interetnici nel basso Tirreno

Nicola Cusumano, Università degli Studi di Palermo, Dai Beati a Filottete: felicità e infelicità nelle isole del Mediterraneo greco

Giovanni Ingarao, Università degli Studi di Cagliari, “Poi che le ardite femmine spietate tutti i maschi loro a morte dienno”. Lemno isola ‘barbara’?

 

19 MAGGIO

ore 9.00

Presiede Massimo Cultraro

Claudia Speciale, IPHES-CERCA Tarragona, Il contributo dell’archeobotanica nella ricostruzione del rapporto tra umani e vegetazione sulle piccole isole

Helen Dawson, Università degli Studi di Bologna, L’archeologia globale delle isole tra metafore, stereotipi e modelli analitici

Francesca Spatafora, Archeologa, Ustica nella preistoria, tra isolamento e relazioni

Marcello Mannino, Aarhus Universitet, L’isolamento delle Egadi come chiave di lettura della preistoria siciliana

Pausa caffè

Paola Sconzo, Università degli Studi di Palermo, Mozia isola plurale. Riflessioni sull’esperienza e le ricerche dell’ultimo decennio della Missione dell’Università di Palermo

Maurizio Cattani, Università degli Studi di Bologna, Pantelleria nel secondo millennio a.C.: esperimento culturale o crocevia di navigatori?

Elisa Chiara Portale, Università degli Studi di Palermo, Augusto e la domus Augusta nelle piccole isole della provincia Sicilia

Rosalba Panvini-Marcella Accolla, Università degli Studi di Catania, Le isole minori della Sicilia ed il commercio della ceramica greca tra VI e V secolo a. C.

ore 15.30

Presiede Maurizio Cattani

Maria Clara Martinelli, Parco Archeologico delle Isole Eolie, Museo Luigi Bernabò Brea, Le isole Eolie. Approdo sicuro per l’archeologia del Mediterraneo

Francesco Saverio Modica, Università degli Studi di Palermo, Στρατευσάμενοι κατὰ ναῦν (SEG 37:760): il rapporto tra la Sicilia tirrenica e le Eolie in relazione alle incursioni piratesche

Gilberto Montali, Università degli Studi di Palermo, Il teatro romano di Kouphonissi (l’antica Leuke), a Sud di Creta

Pausa caffè

Massimo Cultraro, ISPS-CNR, Archeologia militante. Malta e la politica culturale del Fascismo

Luca Bombardieri, Università degli Studi di Siena, Onda su onda. Identità e spazi di interazione nella Preistoria dell’isola di Cipro

Lavinia Sole, Università degli Studi di Palermo, Dalla Sardegna a Pantelleria: dati preliminari sul ripostiglio di Cala Tramontana

Aurelio Burgio, Università degli Studi di Palermo, Scavi e ricerche archeologiche dell’Università di Palermo negli anni 2021-2022

 

www.fondazioneignaziobuttitta.org

News Correlate