domenica, 11 Aprile 2021

Dal 24 luglio a Segesta al via le Dionisiache festival

250 artisti per 42 rappresentazioni, 29 spettacoli, di cui 6 prime nazionali, 19 laboratori, 3 concerti e un premio di scrittura teatrale per i giovani talenti. E’ il cartellone del Calatafimi Segesta Festival Dionisiache che dal 24 luglio al 12 settembre si svilupperà tra il parco archeologico di Segesta con il suo teatro greco, il tempio dorico e il Convento di San Francesco.

Si comincia il 24 luglio, quando al teatro greco di Segesta andrà in scena l’opera di William Shakespeare “Pene d’amor perdute” per la regia di Federica Tatulli che inaugura la stagione con uno spettacolo ad ingresso libero.

Il 25 luglio, invece, sarà la volta de “Le Baccanti”, drammaturgia di Lina Prosa e la regia di Massimo Verdastro; e ancora “Medeia Medeias Medeia”, drammaturgia e regia di Nicasio Anzelmo, che rielabora la tragedia di Euripide in chiave moderna portando in scena la visione di una famiglia allo sfascio.

A debuttare in prima assoluta, tra le altre, la tragicommedia di “Troilo e Cressida” sempre di Shakespeare per la regia di Stefano Scandeletti e “L’Elettra” di Hugo Von Hofmannstal con la regia del palermitano Giuliano Scarpinato.

Nell’ambito delle Dionisiache tornano anche le suggestive albe segestane con tre appuntamenti al sorgere del sole: il 7 agosto con l’Odissea ‘rivisitata’ dall’attore palermitano Vincenzo Pirrotta; l’11 agosto con “Sogno di una notte di mezza Estate” di Shakespeare e il 21 agosto, quando si potrà salutare il nuovo giorno con il concerto ‘Il Quinto Elemento’ del chitarrista Francesco Buzzurro. Spazio anche ai musical e ai lungometraggi. Quest’anno, infatti, le Dionisiache ospiteranno l’anteprima europea del film ‘Leaves of the Tree’, che il regista newyorchese Ante Novakovic ha girato tra il Texas e Castellammare del Golfo, Segesta ed Erice, nel trapanese.      

“Iniziative come queste – ha detto l’assessore regionale al Turismo Cleo Li Calzi, in conferenza stampa a Palermo – possono diventare un forte attrattore turistico, l’obiettivo è lavorare alla costruzione di un sistema integrato per far crescere i territori e la Sicilia in un contesto internazionale”.

I biglietti per il Teatro Greco vanno da 13.50  a 17.50 euro mentre per il Tempio Dorico il costo è di 13.50 euro; al Convento di San Francesco invece si paga 10 euro.

www.ticketone.it 

www.tickettando.it

www.calatafimisegestafestival.it    

News Correlate