venerdì, 16 Aprile 2021

Direttamente da Seoul un premio per la Farm Cultural Park

Farm Cultural Park  di Favara si è aggiudicata il Premio Human Design City Award di Seoul. Il tema del concorso riguarda la progettazione di rapporti armonici e sostenibili tra persone, tra individui e società, tra persone e natura, contribuendo a risolvere i problemi della città e a diffondere l’idea della cultura del progetto come soluzione per la qualità della vita. Scelta tra 10 ambiziosi progetti internazionali, Farm è una fucina di idee e di iniziative che ha saputo trasformare le aree fatiscenti di un paesino dell’entroterra siculo in spazi per mostre d’arte contemporanea, diventando il primo parco turistico culturale ‘made in Sicily’ e il secondo polo di attrazione della provincia di Agrigento dopo la Valle dei Templi. Il primo premio è stato consegnato dal sindaco di Seoul all’Ambasciatore italiano in Corea.

Soddisfazione è stata espressa dall’amministratore del Distretto Turistico di Agrigento, Fabrizio La Gaipa: “rivolgo un plauso in particolare ai fondatori di Farm, Florinda Saieva e Andrea Bartoli, e ai loro preziosi collaboratori per questo ennesimo importante riconoscimento. Farm riceve un premio internazionale meritatissimo per aver contribuito a realizzare in modo del tutto originale un rapporto armonioso e sostenibile tra le persone e il contesto urbano. A Farm Cultural Park – prosegue l’amministratore – va il merito di aver offerto al territorio un potenziale di sviluppo culturale, economico e sociale, che ha avuto effetti prodigiosi e inediti anche sul turismo, sia nazionale che internazionale. In un periodo di grande difficoltà per il comparto turistico, l’immagine del nostro territorio continua ad arricchirsi e a diffondersi nel mondo anche grazie alla loro proposta. È per questo che ho rinnovato ad Andrea e Florinda la disponibilità più ampia del Distretto a condividere nuovi progetti e a offrire il nostro sostegno. Farm Cultural Park – ha concluso La Gaipa – è un faro per il nostro territorio e un esempio da seguire perché affronta i problemi con soluzioni innovative capaci di produrre ricadute positive sul turismo di un’area vasta che ha il suo principale attrattore nella Valle dei Templi di Agrigento”.

 

 

News Correlate