La via dei librai si trasforma per non arrendersi al coronavirus

“La via del librai”, arrivata alla quinta edizione, si trasforma per non arrendersi all’emergenza Coronavirus. E così la manifestazione che avrebbe dovuto svolgersi dal 23 al 26 aprile al Cassaro di Palermo arriva direttamente nelle case dei cittadini e non solo.

“Nel momento in cui le indispensabili disposizioni governative per la limitazione del contagio ci tengono fisicamente a distanza – spiegano gli organizzatori – vogliamo comunque portarvi dentro l’itinerario de “La Via dei Librai 2020 #lacittainternazionale”, insieme a coloro che hanno aderito al progetto e a tutti quelli che lo vorranno, attraverso la comunità del web, e lo faremo in vista del 23 aprile, Giornata mondiale del Libro e del diritto d’autore indetta dall’Unesco. Insieme ai librai e a tutti i commercianti dell’Associazione Cassaro Alto, vi diamo così appuntamento dal 23 e al 26 aprile – con un forte desiderio di guardare al domani – secondo una formula adeguata al momento, e rinviamo le attività in strada ad una data che speriamo essere non troppo lontana e che ci consenta di vivere in assoluta serenità e con gioia la nostra festa del libro e della lettura a Palermo.

Nell’attesa di ritrovarci al Cassaro proporremo sul web, sul nostro sito e sui nostri social, insieme a chi aveva già formulato la propria adesione al programma, i testi che costituiscono il percorso de “La Via dei Librai 2020 #lacittainternazionale”, che quest’anno, dunque, si articolerà in due momenti. Il primo sarà appunto grazie alla rete e alle opportunità di internet. Il secondo su strada, in forma comunitaria, non appena questo sarà di nuovo possibile.

 

News Correlate