sabato, 27 Febbraio 2021

Musica sacra protagonista tra Palermo e Monreale

Da venerdì otto concerti che vanno da Barocco ai giorni nostri

Otto concerti, una prima italiana e una prima mondiale: è particolarmente intenso il programma della 52esima Settimana di Musica Sacra di Monreale, che si snoderà tra Palermo e la cittadina normanna da venerdì 27 novembre a domenica 6 dicembre 2009. La direzione artistica del Festival è affidata, quest'anno, alla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Il cartellone percorre la storia della musica sacra partendo dal Barocco, rappresentato da autori come Bach, Alessandro e Domenico Scarlatti, Händel, Frescobaldi e altri meno noti, ma non per questo meno significativi, come il siciliano Amodei, per giungere ai nostri giorni con le opere di Jenkins e Lucina Lanzara. Le sedi dei concerti sono quattro: il Duomo di Monreale (27, 28, 29 novembre e 5 e 6 dicembre), Casa Professa a Palermo (martedì 1 dicembre), Chiesa della SS. Trinità al collegio di Maria a Monreale (giovedì 3 dicembre), e Chiesa di San Giuseppe dei Teatini, sull'antico "Cassaro" palermitano (venerdì 4 dicembre). Il concerto in programma al Duomo di Monreale sabato 5 dicembre è una prima italiana: l'Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Gaetano Cuccio Pellegrini, eseguirà il Requiem di Karl Jenkins, compositore gallese vivente e musicista eclettico. L'opera è stata pubblicata nel 2005. E', invece, una prima mondiale, il concerto in programma il 6 dicembre nel Duomo, a chiusura della Settimana Sacra; "Mons Regalis" – questo il titolo dell'opera – è stata scritta da Lucina Lanzara sui testi di Salvino Leone.

News Correlate