venerdì, 23 Luglio 2021

Non solo Palazzo Alliata e Casina Cinese, riparte ReStart

Visite teatralizzate, percorsi di approfondimento con gli storici dell’arte, mostre e incontri in alcuni dei luoghi più suggestivi di Palermo che anche questo weekend, venerdì 23 e sabato 24 luglio, in occasione di RestArt, apriranno in notturna le porte ai visitatori.

Tra gli eventi speciali: le visite a Palazzo Alliata di Villafranca, una delle dimore nobiliari più sontuose della città, nella quale i visitatori avranno modo di conoscere la storia del pittore Antoon van Dyck che soggiornò a Palermo nel 1624, anno della grande peste e del miracolo di Santa Rosalia. Aperta in questo weekend anche la Casina Cinese, dimora di campagna di Ferdinando di Borbone IV e Maria Carolina d’Asburgo-Lorena, fuggiti da Napoli in seguito all’arrivo delle truppe napoleoniche.

Proseguono poi gli incontri dedicati ai “Mestieri dell’arte”, sulle terrazze di Palazzo Abatellis, dove Pamela Villoresi, direttrice del Teatro Biondo di Palermo, dialogherà con la giornalista Francesca Taormina sull’arte del teatro.

Spazio anche alla musica nel meraviglioso atrio (eccezionalmente aperto) dell’Albergo dei Poveri con il concerto “Barocco sotto le stelle”, diretto dal Maestro Roberta Faja.

Tutto esaurito per il secondo turno delle visite organizzate venerdì 23 luglio a palazzo Gangi mentre sono ancora pochi i posti disponibili per il percorso speciale guidato dagli storici dell’arte a Palazzo Butera e per “I cinque minuti” da soli con un’opera a scelta tra le meravigliose tele custodite a Palazzo Abatellis.

Inoltre, fino al 14 agosto (ogni venerdì e sabato dalle 18 alle 23) a Casa Florio potrà essere visitata la mostra dedicata al mondo della navigazione dei Florio (biglietto 7 euro online e 8 euro in loco). Verranno esposti nel salone della Palazzina dei Quattro Pizzi la chiffonnier e lo specchio con il set da toletta che costituivano originariamente parte degli arredi all’interno della camera da letto personale di Donna Franca Florio sul meraviglioso Yacht Aegusa, di proprietà dei coniugi Florio negli ultimi anni dell’Ottocento. In mostra anche i barometri a bordo dell’Aegusa e del Sultana: si trattava di strumenti di misura della pressione atmosferica usati nell’ambito della meteorologia per rilevare dati utili per le previsioni del tempo. Oltre a questi cimeli legati ai navigli privati della famiglia, sarà possibile ammirare il ritratto dell’unico figlio maschio di Ignazio junior, detto Baby boy. Il ritratto, per la prima volta esposto al pubblico e di cui non si hanno notizie circa la data di realizzazione, è un pastello su cartoncino realizzato dal pittore Michele Cortegiani.

Di seguito, le visite agli altri siti:
(Biglietto: 3 euro per ciascuna visita. Ingressi e prenotazioni su www.restartpalermo.it, scegliendo precisi slot orari, secondo le indicazioni di ciascun sito).

Chiesa di Santa Caterina
Cupola di Santa Caterina
Cappella del Raffaello allo Spasimo
Archivio comunale
Palazzo Abatellis
Palazzo Mirto
Cuba
Necropoli punica
Loggia dell’Incoronazione
Palazzo Branciforte
Villa Zito
Teatro Massimo
Oratorio dei Bianchi
Chiesa della Catena
Chiesa di S. Giovanni degli Eremiti
Oratorio di S.Lorenzo
Oratorio di S.Mercurio
Oratorio di S.Cita
Oratorio del SS.Rosario in S.Domenico

Tutte le visite dovranno essere prenotate su: http://www.restartpalermo.it

News Correlate