lunedì, 19 Aprile 2021

Palermo festeggia Santa Rosalia con installazione diffusa open air

A Palermo il gioco “della campana” (‘u sciancateddu ) diventa un’installazione diffusa open air dedicata a Santa Rosalia in concomitanza con la festa liturgica del 4 settembre.

L’idea dell’artista Patrizio Travagli e di Stefania Morici è stata infatti quella di unire la devozione alla Santuzza ad uno dei giochi di strada più antichi: in undici luoghi simbolici della città sono state impiantate altrettante installazioni site specific che riprendono il “gioco della campana” (‘u sciancateddu, in dialetto), ma in maniera artistica. Ognuno di noi, da bambino, ha tracciato a terra con il gesso, il famoso schema a riquadri su cui saltare con una gamba sola. Vince, chi completa per primo il percorso. Partendo da una credenza popolare, quanto mai affascinante: l’anima, ovvero il sasso, partendo dalla terra arriverà, per stadi intermedi, al Paradiso.

‘U Sciancateddu di Santa Rosalia prevede il riempimento delle caselle con parole e attributi riferiti alla Santa, per cui giocare sarà come ripercorrere e partecipare metaforicamente alla vita di Rosalia, all’interno di un circuito aureo.

Gli schemi di gioco saranno collocati, fino al 27 ottobre, in undici diverse piazze e luoghi, dal sagrato della Cattedrale a piazza Bologni, piazza Pretoria, piazza Bellini, piazza sant’Anna, piazza san Francesco, piazza San Domenico, Palazzo Branciforte, piazza Verdi, via Principe di Belmonte, piazza Politeama – in modo da creare un percorso e unire virtualmente tutta la città.

News Correlate