mercoledì, 3 Marzo 2021

Palermo in zona rossa, e Le Vie dei Tesori trasloca su Instagram

Le Vie dei Tesori guarda a Instagram come nuova modalità per raccontare i gioielli palermitani e si affida alle Malìa Vibes, ovvero Marta e Giulia, milanese l’una, romana l’altra, che sono arrivate a Palermo prima dello scorso lockdown e hanno deciso di rimanerci, stregate dalla città, diventando in breve tempo un piccolo fenomeno social con il loro profilo Instagram grazie al quale portano i loro follower alla scoperta di luoghi e storie.

Così nascono quattro appuntamenti in diretta che in questi giorni di lockdown acquistano un significato particolare: riappropriarsi dei luoghi vuol dire andare oltre questo tempo di necessaria stasi.

Si parte sabato 23 gennaio alle 15 sul sul profilo Instagram de Le vie dei Tesori: Marta e Giulia andranno a Santa Maria del Gesù per immergersi nell’atmosfera rarefatta del convento; con l’aiuto del loro ospite, fra’ Lorenzo, visiteranno le celle dei frati e racconteranno la storia di San Benedetto il Moro, e indicheranno il famoso e antichissimo cipresso nato – secondo la leggenda – dal bastone del copatrono di Palermo.

Domenica 24 gennaio alle 12 si cambia radicalmente ambiente: sapete perché Villa Virginia è piena di melagrane? Le trovate dappertutto, sugli arabeschi leggeri, scolpite nelle modanature, persino nei delicatissimi affreschi di Otama Kiyohara, la pittrice giapponese che si trasferì a Palermo per amore. Le Malìa Vibes chiederanno lumi alla padrona di casa, Leila Orlando che ha riportato alla luce la bellissima residenza Liberty dell’amministratore dei Florio. E racconteranno una delicatissima storia d’amore.

Per gli altri due appuntamenti bisognerà aspettare la prossima settimana: sabato 30 gennaio alle 15 le Malìa Vibes saranno all’Orto Botanico per farsi raccontare da Paolo Inglese, direttore del SiMuA (il Sistema museale di Ateneo) l’erbario storico donato all’Università dal botanico svizzero Werner Rodolfo Greuter; e il prezioso Gabinetto scientifico, una vera wunderkammer con reperti dal Doderlein e dal Gemmellaro, tra cui lo scheletro di una leonessa birmana ritrovato nell’800, al cui restauro ha contribuito Le Vie dei Tesori.

L’ultimo storytelling delle Malìa Vibes sarà domenica 31 gennaio alle 12,15, alla scoperta della chiesetta della Santissima Trinità, a pochi passi dalla Zisa. Quasi “schiacciata” dall’imponente palazzo normanno, la cappella ha una bellissima storia a sé, che verrà raccontata con padre Antonino D’Anna.

Per tutti e quattro gli appuntamenti, ci sarà la possibilità di interagire con le due ragazze, sia prima che durante le visite, sia sul loro profilo Instagram che commentando in diretta.

https://www.instagram.com/leviedeitesori

https://www.instagram.com/maliavibes_

News Correlate