sabato, 19 Settembre 2020

Il PO incontra i territori: focus su turismo e cultura a Piazza Armerina

Il Programma FESR Sicilia 2014-2020 prevede nell’ambito dell’Obiettivo Tematico 6 “Tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse” che il turismo, la cultura e i beni culturali vadano considerati in un’ottica integrata quale leva per nuovi modelli di business. L’obiettivo è quello da un lato, di valorizzare e rendere maggiormente fruibile il consistente patrimonio storico, artistico e naturale esistente, e dall’altro di ampliare e diversificare il fruitore, anche attraverso le tecnologie digitali. L’ottica è quella di riposizionare le imprese e rafforzare i prodotti turistici esistenti e favorire l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.

Le attività previste nell’ambito del Programma sono concentrate sui Grandi attrattori e sulle aree coerenti e limitrofe agli stessi, con la finalità di costruire un’offerta maggiormente attrattiva, in grado di incrementare i giorni di permanenza media e di integrare la domanda di beni e servizi turistici con la produzione locale per massimizzarne l’impatto, in termini di reddito e di occupazione.

In particolare, nel settore dei Beni Culturali sono previste due azioni tese a realizzare interventi di tutela del patrimonio culturale e ad aumentare il numero atteso di visite ai siti del patrimonio culturale e naturale e a luoghi di attrazione. Si tratta dell’Azione 6.7.1, finalizzata al miglioramento delle condizioni e degli standard di offerta e fruizione delle aree di attrazione culturale; e dell’Azione 6.7.2, finalizzata a sostenere il miglioramento dei sistemi di fruizione e di divulgazione della conoscenza del patrimonio culturale con riferimento ai singoli attrattori.

Nel settore del Turismo, il progetto di comunicazione, marketing e accoglienza, nel quadro della spesa comunitaria 2014-2020 prevede l’Azione 6.8.3 che si articola nelle seguenti sub azioni. Affidamento di servizi per l’operatività delle costituende DMO (Destination Management Organization), quale modello organizzativo per la gestione di destinazioni turistiche, atte a rafforzare i servizi e le risorse delle varie identità territoriali, nascono dall’esigenza si superare – tramite un processo di aggregazione la frammentata offerta operata dai distretti turistici.

Avvisi per la partecipazione di operatori turistici a borse e fiere di settore. Acquisto beni e affidamento di servizi relativi a eventi collaterali e di supporto al Piano di Propaganda.

Acquisto beni e affidamento di servizi relativi alla realizzazione di una campagna di comunicazione del brand “Sicilia”.

Presentazione e illustrazione delle opportunità fornite degli Avvisi: 6.7.1 Interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica tale da consolidare e promuovere processi di sviluppo; 6.7.2 Sostegno alla diffusione della conoscenza e alla fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, attraverso la creazione di servizi e/o sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate; 6.8.3 Sostegno alla fruizione integrata delle risorse culturali e naturali e alla promozione delle destinazioni turistiche.

Sono questi gli argomenti al centro dell’incontro in programma lunedì 4 settembre al Palazzo Trigona di Piazza Armerina che si aprirà con i saluti del sindaco Filippo Miroddi e di Pietro Di Miceli, a cui seguiranno gli interventi di Gaetano Pennino, dirigente fenerale Dipartimento Beni Culturali e dell’Identità Siciliana; Sergio Gelardi, dirigente generale Dipartimento Turismo Sport e Spettacolo; Marco Consoli del Nucleo Valutazione Verifica Investimenti pubblici c/o Dipartimento della Programmazione; Ermanno Cacciatore dirigente Servizio 1 Comunicazione, Marketing e Accoglienza del Dipartimento Turismo; Anna Maria Manzo dirigente Servizio 3 Azioni Turistico Territoriali Pubbliche e Private del Dipartimento Turismo; Maria Enza Carollo dirigente Servizio 2 Programmazione Dipartimento Beni Culturali. Alle 13 previsto lo speech finale dell’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Carlo Vermiglio a cui seguiranno le conclusione del presidente della Regione, Rosario Crocetta.

News Correlate