venerdì, 22 Gennaio 2021

Lampedusa a Rovereto con una ‘barca della speranza’

L’Isola più a sud d’Italia ospite per tutto dicembre al Natale dei Popoli

Oggi Lampedusa e Rovereto sono più vicine e potrebbero esserlo ancora di più, se come auspicato da più parti, una delle barche della speranza venisse esposta nella piana della Campana dei Caduti affinché rimanga perenne nella memoria di tutti quanto è avvenuto nei mesi scorsi. Inoltre da più parti è stata espressa anche l'intenzione di insignire Lampedusa del titolo di città della pace che la Fondazione Opera Campana dei Caduti di Rovereto assegna ogni anno.
L'intenzione è stata espressa lo scorso weekend quando una delegazione proveniente dall'isola più a sud d'Italia è stata ospitata dall'amministrazione comunale di Rovereto nell'ambito del Natale dei Popoli.
La delegazione isolana, capeggiata dal sindaco Bernardino De Rubeis, ha incontrato Tiziano Mellarini, assessore al Turismo della Provincia di Trento, e l'intera amministrazione comunale di Rovereto guidata dal primo cittadino  Andrea Miorandi che ha testimoniato grande solidarietà all'Isola e ha valutato la possibilità di instaurare future collaborazioni anche per far conoscere Lampedusa in tutta l'area del Nord-Est.
Intanto tra le tipiche casette di legno del caratteristico "Mercatino di Natale", in programma fino al 31 dicembre nella città trentina, infatti, ce n'è una dedicata a Lampedusa, alla sua offerta turistica, prodotti artigianali e sapori tipici.
Lampedusa, insieme a Betlemme, è stata designata città simbolo per l'umana solidarietà dall'amministrazione comunale di Rovereto. La decisione è scaturita in seno alla giunta di Rovereto a seguito degli sbarchi succedutisi nella prima parte dell'anno a Lampedusa che hanno avuto anche ripercussioni nel turismo, uno dei settore vitali dell'isola. Fortunatamente il mercato ha reagito grazie anche alle sollecitazioni lanciate inizialmente dallo Skal Club Palermo con la promozione dello slogan "Solo a Lampedusa si può godere di una vacanza in libertà e per la libertà" poi rilanciato dall'assessorato al Turismo della Regione Sicilia che prima ha organizzato un educational tour per agenti di viaggio e quindi un'azione di comunicazione mirata al trade.

News Correlate