martedì, 25 febbraio 2020

Nuova vita per la casa di Leoluca Orlando: Villa Virginia diventa dimora di lusso

A conclusione di un primo ciclo di ristrutturazione e grazie a un’azione di maquillage a cui hanno fattivamente collaborato cinquanta giovani allievi del Liceo Cannizzaro, Villa Virginia, la storica villa di via Dante a Palermo, che costituisce un esempio delle opere più raffinate del periodo liberty palermitano, apre domenica 19 gennaio le sue porte per presentarsi alla città.

A far da padroni di casa, almeno per una domenica, gli stessi ragazzi del Cannizzaro guidato dalle docenti Cremona e Calcara che accoglieranno  insieme alle sorelle Orlando, i visitatori, dalle 10 alle 13,30. Una domenica insieme per tenere a battesimo una nuova vita per Villa Virginia che ha rinnovato il suo look per essere dimora di lusso e punto di riferimento per l’accoglienza nazionale ed internazionale.

Quella che è stata per qualche decennio la dimora del sindaco di Palermo Leoluca Orlando è stata data in gestione a Wonderful Italy, che ha l’obiettivo di supportare lo sviluppo del turismo in aree meno note d’Italia puntando su case scelte, servizi ed esperienze turistiche autentiche. Dunque, ora è possibile affittare per intero l’edificio risalente ai primi del Novecento che vanta sei camere da letto, un soggiorno, una cucina attrezzata con zona pranzo e tre bagni, oltre che un giardino e una terrazza accanto al verde di Villa Malfitano. Ma la villa si può anche affittare al giorno come location per eventi.

Entrando si respira subito il clima dell’epoca, grazie alla grandiosità dello scalone che conduce al primo piano, al soffitto a cassettoni, e le vetrate policrome donano maestosità alla villa che riporta al periodo dei Florio.

Al piano terra sono presenti i saloni, le sale da gioco e le sale da pranzo, tutti ambienti arredati con i mobili e le tappezzerie dell’epoca. Quadri e suppellettili sono originali e riportano anch’essi al florido periodo liberty della Palermo dei primi anni del Novecento. I saloni si affacciano sul giardino della villa tramite le grandi vetrate della facciata, e una delle due sale da pranzo è affrescata con immagini di stile orientale, secondo la moda del periodo, della pittrice Otama Kiyohara (moglie dello scultore Vincenzo Ragusa).

Si accede al primo piano, dove sono presenti le camere da letto, tramite lo scalone di legno o tramite la scala di servizio in marmo. Le camere da letto sono arredate con i mobili originali dell’epoca, fatta eccezione per i letti di epoca contemporanea, alcuni creati da artigiani locali. Il corridoio degli armadi conduce ad una camera verde con boiserie verde che costituiva lo spogliatoio della signora, mentre dal lato opposto speculare la camera che rappresentava lo spogliatoio del signore. Tra le due camere è posta la camera padronale con letto a baldacchino, unico pezzo moderno. Anche i bagni presentano pezzi originali, come le vasche da bagno e i lavelli.

Tutto è stato ripristinato tentando di preservare il più possibile gli elementi, gli arredi e la struttura originale, anche il colore delle pareti è stato ricreato e ripreso come l’originale.

https://wonderfulitaly.eu/it/appartamenti/villa/villa-virginia-295375.html

News Correlate