mercoledì, 5 Agosto 2020

Disoccupazione pagata in ritardo a stagionali turismo: allarme Fisascat

 

Anche quest’anno il pagamento delle indennità di disoccupazione per i lavoratori del comparto turismo nella zona ionica è arrivato in ritardo. Coinvolti oltre diecimila lavoratori impiegati nei settori turismo, commercio e servizi. A lanciare l’allarme la Fisascat Cisl Messina.

“In riferimento ai ritardi verificatisi anche quest’anno nella erogazione dei sussidi per indennità di disoccupazione – si legge in una nota firmata da Salvatore D’Agostino e Pancrazio Di Leo – la Fisascat Cisl prende atto dell’avvenuto sblocco parziale nelle procedure di pagamento dei lavoratori da parte di Inps ritenendo tuttavia che la presidenza nazionale Inps e la presidenza regionale nonché la presidenza provinciale Inps debbano sin da questo momento, attivarsi affinché non si ripetano più i ritardi che quest’anno come già in precedenza hanno caratterizzato tale vicenda. Si ritiene altresì necessario il potenziamento degli uffici periferici Inps, onde evitare che per le pratiche che vengono presentate entro il 5 novembre i lavoratori debbano poi attendere l’inizio del nuovo anno per disporre delle somme. Eloquente ed inaccettabile – conclude la nota – appare in particolare modo la differenza che in questi anni si è puntualmente verificata nella tempistica dei pagamenti persino tra le limitrofe Province di Messina e Catania, con la paradossale casistica di lavoratori che operano nella stessa azienda ma vengono poi pagati in periodi differenti a seconda della provincia di residenza”.

News Correlate