domenica, 27 Settembre 2020

Catania dedica la Giornata del Trekking Urbano a Vincenzo Bellini

Anche Catania, domani, sabato 31 ottobre, partecipa con altre cinquanta città italiane guidate dalla capolista Siena, alla Giornata Nazionale del Trekking Urbano. Anche grazie alla rinnovata collaborazione fra l’assessorato ai Saperi e alla Bellezza Condivisa e l’Associazione “Etna ‘ngeniousa” che per l’occasione ha ideato un itinerario dedicato a Vincenzo Bellini.

Il tour farà tappa al Museo Belliniano, la casa in cui Bellini nacque il 3 novembre 1801, al primo piano del palazzo Gravina Cruyllas, dichiarata monumento nazionale nel 1923. La casa museo conserva numerosi oggetti personali del compositore, documenti e lettere autografe, oltre ad una pregevole collezione di spartiti autografi delle sue opere e di pianoforti appartenuti a Bellini e/o alla sua famiglia.

Quindi tappa alla Chiesa San Francesco Borgia annessa al Collegio dei Gesuiti dove Bellini ricevette il battesimo dopo la nascita e al Monumento a Bellini, in marmo di Carrara, inaugurato nel 1882 nella centrale Piazza Stesicoro. Altro punto strategico sarà il Teatro Massimo Vincenzo Bellini, inaugurato il 31 maggio 1890 con l’opera Norma. Non poteva mancare la Tomba di Bellini, nella cappella di Sant’Agata all’interno della Cattedrale.  

E nell’anno di Expo il tema scelto per questa edizione della Giornata è “Cibo per l’anima, cibo per il corpo” che dunque verrà completata con una degustazioni di prodotti tipici durante il percorso. Dai cigni di Bellini, raffinate praline ispirate alle opere belliniane in un guscio di cioccolato di Modica. All’uvetta sultanina e passito di Pantelleria de “Il Pirata”, al caffè e marsala de “La Sonnambula”, dal finocchietto selvatico e scorzetta di limone de la “Beatrice di Tenda”, passando per gli agrumi di Sicilia e cannella de “I Puritani” fino al pistacchio di Bronte di “Norma”. E non mancherà la frutta martorana.

News Correlate