lunedì, 28 Settembre 2020

Cefalù riscopre tratti di spiagge abbandonate

14 volontari provenienti da tutta Europa recupereranno gli accessi al mare

Nuovo look per le spiagge di Cefalù quest'estate. Grazie al progetto "Work Camp: Riapertura degli accessi a mare", a costo zero per l'amministrazione comunale, la cittadina normanna potrà offrire ai turisti la riscoperta di alcuni tratti del litorale che finora hanno versano in uno stato di degrado e abbandono. WorkCamp è infatti un progetto di mobilità internazionale che prevede la partecipazione di 14 volontari provenienti da tutta Europa in un campo lavoro che li vedrà impegnati nel recupero e nella messa in sicurezza di alcuni varchi a mare.
E così, dal 15 al 28 luglio, i volontari si occuperanno degli accessi delle spiagge periferiche della costa cefaludese come la spiaggia di Settefrati, in primo luogo, che da anni versa in condizioni di incuria, e che, grazie all' apporto dei volontari, potrà finalmente godere di un accesso più sicuro ed agevole di quello attuale; successivamente i lavori riguarderanno la scalinata del Coast House e la discesa di Fiume Carbone. Oltre alla risistemazione degli accessi, i volontari provvederanno ad una pulizia generale delle spiagge interessate, il tutto a costo zero per il Comune ed all'insegna di un nuovo spirito e senso civico che deve vedere tutta la comunità cefaludese impegnata nella rinascita della città.
Il progetto verrà presentato domenica 15 luglio alle 18, presso la Sala delle Capriate del Comune di Cefalù, dal sindaco Rosario Lapunzina che nel suo programma elettorale aveva previsto la riqualificazione di spazi che, nonostante il loro rilievo naturalistico, versano in uno stato di totale abbandono.

News Correlate