giovedì, 26 Novembre 2020

Dal 2015 a Trapani la tassa di soggiorno aumenta del 100%

Pernottamenti più salati a Trapani per i turisti. Dal 1 gennaio, infatti, l’imposta che pagano coloro che soggiornano nelle strutture ricettive della città, fino ad un massimo di cinque giorni, subirà un aumento del 100%. A disporlo è stata la Giunta municipale “considerato che le recenti manovre di finanza pubblica hanno determinato una notevole diminuzione dei trasferimenti erariali”.

E così il Comune “è nella necessità di nuove ed ulteriori entrate proprie, per consentire di finanziare gli interventi previsti nel Bilancio di previsione per il turismo, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonché per i servizi pubblici locali – è riportato nella delibera di Giunta – ciò anche al fine di far fruire al meglio la città, le sue risorse e bellezze ambientali, artistiche e culturali che costituiscono uno degli elementi caratterizzanti il turismo trapanese”.

Dunque i turisti che pagheranno fino a 35 euro al giorno per singolo pernottamento dovranno pagare un euro (prima era 50 centesimi) in più al giorno per la tassa di soggiorno. Fino a 70 euro 2 euro (era di 1 euro), mentre oltre i 70 euro l’imposta salirà a 3 euro (attualmente è 1,5 euro).

News Correlate