lunedì, 18 Gennaio 2021

Operare nei parchi è vantaggio per 90% imprese turismo

Presentata la ricerca sul Turismo Verde a Nicolosi nella sede del Parco dell’Etna

E' un grande vantaggio per il 90% delle imprese turistiche che operano nei parchi siciliani lavorare in un'area protetta e tutelata. Per il 56%, però, il sistema deve essere messo a punto, per consentire di sviluppare un prodotto turistico valido, sulla scia della crescente attenzione ai temi dell'ambiente e dei viaggi "green". E' quanto emerso dall'indagine condotta da SiciliaNatura e dal Centro Studi Turistici di Firenze al termine del progetto "Turismo Verde".
"Gli enti gestori dei Parchi – ha sottolineato il commissario straordinario del Parco dell'Etna Ettore Foti – non sono certamente in grado di operare direttamente come imprese turistiche, ma possono svolgere, in uno scenario di rete e di piena sinergia con tutti gli altri attori del territorio, un ruolo fondamentale nella promozione del turismo, coniugando la tutela della biodiversità con la valorizzazione dell'area protetta".
Per Giampiero Sammurri, presidente della Federazione Nazionale dei Parchi e delle Riserve, "l'iniziativa si è rivelata particolarmente interessante perché ha fornito una grande quantità di dati estremamente significativi e molto utili per sviluppare il turismo nelle aree protette italiane".
Negli ultimi anni è emersa sempre di più la percezione di vivere un momento di crisi. Gli operatori però contano sul mercato dei giovani e sui gruppi d'interesse che possono trovare validi motivi di viaggio legati all'ambiente. Per far questo, occorre lavorare insieme, migliorando la fruibilità del territorio, l'informazione per l'ospite e favorendo la promozione del sistema, ma soprattutto tutelando l'ambiente, risorsa utile per lo sviluppo economico secondo il 66% degli intervistati.

News Correlate