domenica, 18 Aprile 2021

Petralia, un calendario racconta le bellezze del centro storico

Ci sono i monumenti più belli nel calendario 2018 che l’amministrazione comunale di Petralia ha realizzato per il nuovo anno. C’è la storia del paese nelle immagini scelte per le pagine che diventeranno parte integrante del quotidiano e riscoperta di una eredità artistica, culturale e sociale che si tramanda da secoli.

Negli anni, ormai, il calendario fotografico del Comune, realizzato con il supporto di alcuni fotografi siciliani, è diventato una sorta di viaggio tra origini e cultura di Petralia Soprana dando spazio alle tradizioni e ai luoghi che fanno parte della sua storia.

Il calendario accoglie sette immagini del fotografo Damiano Macaluso attraverso i quali l’artista, che predilige “gli scatti che hanno una storia o un mondo di storie dentro”, ha rappresentato le bellezze del suo paese, Petralia Soprana.

Una sorta di reportage architettonico con il quale l’artista, attraverso l’uso originale della temperatura cromatica della luce, quasi sempre  manomessa, è riuscito ad esaltare i monumenti del paese definito “balcone delle madonie” posto a 1147 metri di altitudine.

Le foto scelte sono la fontana 4 cannoli, la chiesa di Loreto, la chiesa San Salvatore e quella del Convento, il palazzo Municipale, la piazza San Michele e la chiesa Madre dei Santi Pietro e Paolo.

Immagini che andranno riviste più volte nonostante sono ancora fisse nella mente di chi li guarda. Foto che sono state composte con riflessione e meticolosa preparazione dell’immagine, dove ad essere protagonista è la luce e quell’alone di sacralità che il bene monumentale trasmette vivendo di vita propria.

“La particolarità di questo calendario – afferma il sindaco Pietro Macaluso – è data anche dal fatto che in esso sono segnati tutti gli appuntamenti che si svolgeranno nel corso del 2018. Una sorta di agenda con l’evidenza degli eventi di una programmazione culturale, artistica e tradizionale che, nell’ottica di un consolidamento, garantisca una continuità nei motivi di attrazione del nostro territorio”.

News Correlate