giovedì, 5 Agosto 2021

Taormina prima città turistica digitale

Entro la fine dell’anno cittadini e turisti potranno vivere un’esperienza di vita smart a Taormina. In occasione della tre giorni di “Catania 2030: Green Expo del Mediterraneo”, in corso di svolgimento, la pmi T.net Spa e il Comune di Taormina lanciano il progetto “Taormina City Tech”, primo prototipo in Italia di città turistica digitale.

I lavori per l’installazione dei sensori, la connessione con il middleware sviluppato da T.net e la creazione del Centro Operativo Comunale per il monitoraggio e la gestione della città e quindi per sviluppare a Taormina un ecosistema intelligente, sono già cominciati da tempo e al più tardi entro il 2021 saranno completati.

Taormina sarà dunque una città connessa in grado di fornire servizi smart per la pubblica amministrazione, i cittadini e i turisti. A partire dalla smart mobility e lo smart parking, con il calcolo dei tempi di attesa al casello autostradale, dei tempi di percorrenza dall’autostrada al centro cittadino, la segnalazione dei parcheggi disponibili e i tempi di attesa per il servizio turistico della funivia, la gestione della ZTL e la segnalazione di situazioni critiche o di rischio. Ci saranno sistemi di illuminazione smart e sistemi di monitoraggio intelligente per l’inquinamento e i rifiuti.

“Taormina è amatissima da residenti e visitatori – sottolinea il sindaco Mario Bolognari – ma è ancora soggetta ai disagi del traffico veicolare e deve gestire diverse complessità relative all’illuminazione pubblica, i consumi, l’inquinamento e i rifiuti. Grazie a questo progetto innovativo e alla collaborazione dei cittadini, stiamo innescando un processo virtuoso che, oltre ai risvolti sociali e ambientali, porterà benefici anche alla casse comunali in termini di risparmio e ottimizzazione delle risorse”.

“Rendere una città straordinaria come Taormina la prima Smart City in Italia è una sfida che abbiamo accolto da subito con entusiasmo e determinazione – aggiunge Francesco Mazzola, ceo di T.net –. Lo abbiamo fatto e lo stiamo facendo utilizzando tecnologie IoT innovative e modulari, replicabili in altri contesti e ampliabili con ulteriori servizi”.

News Correlate