mercoledì, 2 Dicembre 2020

Tassa di soggiorno anche a Piazza Armerina, operatori contrari

Anche a Piazza Armerina fine d’anno ‘caldo’ per la discussione sulla tassa di soggiorno. La giunta comunale con propria delibera ha dato il via libera alla tassa di soggiorno e il provvedimento passa ora all’esame del consiglio comunale che avrà l’ultima parola per l’approvazione definitiva del balzello.

Il regolamento prevede di far pagare 2 euro a persona al giorno per i pernottamenti effettuati in agriturismo, B&B, case e appartamenti per vacanze, affittacamere, case per ferie e hotel da 1 a 3 stelle. Imposta che salirà a 3 euro al giorno a persona per i pernottamenti effettuati in alberghi a 4 e 5 stelle. L’imposta sarà pari a 1 euro, invece, per i campeggi e le aree attrezzate per la sosta temporanea.

Secondo le stime della giunta, sulla base dell’attuale andamento turistico, il gettito si attesterebbe sui 43 mila euro. Una decisione che però ha comportato la sollevazione del comparto turistico locale. Confcommercio, Cna e Confartigianato hanno subito espresso parere negativo.

News Correlate