martedì, 1 Dicembre 2020

Ue: cava di Melilli riconosciuta destinazione eccellenza

Il premio nell’ambito della V edizione dell’azione comunitaria Eden

La Pirrera di Sant'Antonio, la grande cava a cielo aperto a nord di Melilli, in provincia di Siracusa, utilizzata da oltre 500 anni per l'estrazione di blocchi di calcare, ha ricevuto il riconoscimento di "destinazione di eccellenza per il turismo e riconversione dei siti" nell'ambito della V edizione dell'azione comunitaria "Eden", indetta dalla Commissione europea.
A conferire il premio, nel corso di una cerimonia organizzata a Roma dal Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo della presidenza del consiglio dei ministri, sono stati il capo del progetto Eden Lucio D'Amore, il presidente del Comitato nazionale di valutazione Biagio Costa ed il capo di gabinetto del ministero del Turismo Caterina Cittadino.
La Pirrera non potrà essere trasformata in una struttura diversa ma dovrà conservare la sua vocazione attuale cioè quella di un sito di lavoro divenuto un luogo che racconta la storia di oltre 500 anni di vita economica e sociale di Melilli.
La Pirrera è stata inoltre segnalata alla Commissione europea in quanto, come si legge nella motivazione, "dopo la chiusura nel 1962 è stata rivitalizzata come singolare sito turistico ed inserito in un itinerario eco-culturale che il Comune di Melilli in collaborazione con l'Università di Catania ha reso fruibile al grande pubblico mediante visite guidate, mostre, convegni e spettacoli a tema".

News Correlate